Brembilla – Se i soldi non ci sono, è necessario trovare dei compromessi per continuare ad amministrare e farlo nell’interesse collettivo. Questo, in sintesi, il messaggio trasmesso dal Consiglio comunale di , in occasione della seduta che ha visto l’approvazione all’unanimità del bilancio 2012. «Abbiamo dovuto modificare pesantemente il piano delle opere pubbliche, tagliare spese e investimenti», ha detto il primo cittadino, Carlo Giovanni Salvi. Per il 2012 sono previste la manutenzione straordinaria e la messa in della del Cerro (in località Foppa) e di altri tratti stradali, la realizzazione dei parcheggi e della d’accesso al cimitero di Sant’Antonio, la manutenzione straordinaria del campo di tennis in via Villaggio Europa (per un totale di 18 mila euro) e la riqualificazione energetica del municipio (237 mila euro). Previste poi la sistemazione della piazza del Volontariato (110 mila euro) e della nuova area di mercato (790 mila euro, con totale finanziamento di privati tramite bando).

«Un pensiero è stato fatto anche sul laghetto in via Donizetti, destinato alla – ha aggiunto l’assessore allo Sport e tempo libero, Giovanni Salvi –. L’obiettivo è far in modo che costituisca un unicum con il parco adiacente. Nostro desiderio è rendere l’impianto fruibile da parte sia della popolazione sia dei sportivi». Ad altri interventi (per esempio manutenzioni) si è invece rinunciato, per non toccare i servizi fondamentali. «Siamo stati costretti a razionalizzare e a cercare di mantenere le spese della scuola e dei servizi sociali. Queste, anzi, sono state aumentate.

Alcune forzatamente, come il trasporto scolastico che, oltre ai forti aumenti dei costi, ha subito anche una diminuzione dei degli enti superiori», ha proseguito il sindaco. A bilancio 132.540 euro per il trasporto scolastico (le famiglie copriranno il 27,5% della spesa totale e il costo delle rette è aumentato annualmente di 10 euro), 83 mila euro per le utenze dell’istituto comprensivo, 7.700 euro per manutenzioni agli edifici scolastici, 2.100 euro per agli alunni delle superiori. Sul fronte del sociale il Comune aderirà a un’iniziativa dell’Asl di denominata «Gruppi in Cammino» (per promuovere stili di vita sani) e darà vita al «Progetto volontariato» per sostenere le attività associative locali.

Quanto a entrate, per la nuova Imu, l’imposta municipale unica, il Consiglio ha approvato (contraria la minoranza), l’aliquota al 7,6 per mille per la seconda casa e al 5,5 per mille sulla prima. «Del 7,6 per mille il 50% deve essere trasferito allo Stato, mentre per legge sono state abolite tutte le agevolazioni che in precedenza il Comune applicava, come quella per la casa data in locazione a parenti diretti – ha detto il primo cittadino –. Abbiamo scelto di applicare il 5,5 per mille sulla prima casa per recuperare il calo di risorse dallo Stato. È stata una decisione sofferta, ma necessaria».

Michela Offredi – L’Eco di Bergamo

Alberghi, ristoranti e Appartamenti BrembillaFotografie Brembilla
EscursioniManifestazioniCartoline antiche