Serina – Il nuovo di Serina, concluso la scorsa primavera, sarà intitolato alla Serbaplast, azienda che, tra e il capoluogo della , s’è specializzata nella produzione di serramenti in pvc. Una scelta, quella della Giunta comunale guidata dal sindaco leghista Michele Villarboito, originale ma dettata da motivazioni ben solide: l’azienda guidata da Ubaldo Balzi, con sede a , sei anni fa decise di ampliarsi. Avrebbe potuto lasciare la Serina, cercando aree logisticamente ed economicamente più vantaggiose in pianura.


Agevolazioni dal Comune
Supportata dal , che le concesse agevolazioni e tagli burocratici, alla fine insediò i nuovi capannoni (oggi i dipendenti sono una cinquantina) in località Rosolo di Serina. I lavori iniziarono nel 2006 e si conclusero tre anni dopo, con l’inaugurazione alla presenza ’allora ministro Roberto Calderoli. L’azienda, in pratica, ha portato nuovi posti di lavoro e, da anni, sostiene l’associazionismo di Serina e della valle. Da qui la decisione ’amministrazione comunale di intitolare quella che è una delle principali opere pubbliche realizzate negli ultimi anni, il centro sportivo. «La Serbaplast, nei confronti di Serina – dice il sindaco Michele Villarboito – ha meriti civili e istituzionali. Grazie alla sua decisione di rimanere in valle, e in particolare nel nostro paese, ha contributo a portare posti di lavoro. Senza dimenticare il suo ruolo nel sostegno a tante associazioni».

«Avremmo potuto intitolare il centro sportivo a un personaggio del passato – continua il sindaco –. Abbiamo pensato, e tutta la maggioranza era d’accordo, che sarebbe stato più giusto riconoscere il merito di un’azienda che per Serina ha fatto e sta facendo tanto, decidendo di non abbandonare la e credendo, invece, alla sua gente». Il nuovo centro sportivo dispone di campo da calcio, tribune, bocciodromo, palestra, sala bar, parco e percorso vita: si chiamerà «Serbaplast sport village». L’insegna sarà installata a breve, mentre, accanto alle bandiere italiana, europea e lombarda, già sventolano due vessilli dell’azienda. L’inaugurazione ufficiale, con la partecipazione della dirigenza Serbaplast e dell’istituto comprensivo di Serina, dovrebbe avvenire entro la fine di novembre.

Il titolare: crediamo nella valle
«Crediamo nella valle – aggiunge il titolare di Serbaplast, originario di , Ubaldo Balzi –. Per questo siamo rimasti. Occorre darsi una mano per la montagna». E la Serbaplast non si ferma: «Abbiamo appena terminato la realizzazione della seconda linea automatizzata – spiega Balzi – e, a breve, a Bassa, inizieremo i lavori per una “casa campione”, una villa che sarà realizzata con materiali e tecnologia all’avanguardia».

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di