variante zogno La valutazione del Pirellone era lo scoglio più grande che restava da affrontare. Impatto ambientale, ok in Regione, c’è il via libera alla variante di . Ora il consiglio deve solo approvare il finanziamento – Milesi: assegneremo i lavori all’impresa entro fine anno. La variante di è oramai vicina. Due giorni fa è arrivato il via libera della Regione per la valutazione di impatto ambientale, il maggiore ostacolo che l’opera si trovava a superare. Il cammino sarà ora in discesa e secondo l’assessore Valter Milesi «è realistico pensare che assegneremo i lavori all’impresa entro fine anno».

Nel piano delle opere pubbliche di via Tasso 61 milioni e 400mila euro sono stati destinati all’opera che dovrebbe avere una lunghezza di circa 4,5 chilometri e prevede la realizzazione di due gallerie (600 e 1.700 metri circa). La Variante dovrebbe iniziare in prossimità della centrale Enel di Zogno e sbucare al termine del Comune, sul confine con .

La palla rimane alla Regione dove il consiglio superiore dei lavori pubblici dovrà approvare parte del finanziamento. Stando al Pirellone questo passaggio non dovrebbe rappresentare problemi. A quel punto scatterà la procedura per il bando di gara e la ditta vincitrice sarà coinvolta nella progettazione definitiva.

Quanto ai tempi – ha proseguito Milesi – basti pensare che dovremmo assegnare i lavori entro dicembre». Con la variante di Zogno via Tasso centra uno degli obiettivi più ambiti. Secondo l’assessore questo sarà un anno florido per le infrastrutture bergamasche.

Stefano Piantoni – DNEWS

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Zogno
Fotografie, immagini di Zogno e le sue contrade
Escursioni sui sentieri di Zogno e le sue frazioni