Valtorta – È ufficialmente scattata anche quest’anno l’Operazione scolastiche di , 49ª edizione in data 29 maggio. Un appuntamento ormai tradizionale che sancisce la chiusura di un anno di fatiche didattiche per i ragazzi della scuola elementare, che sono i protagonisti della manifestazione, e per le famiglie. Concetto di base di questa proposta è l’offerta di un’opportunità di aggregazione e di socializzazione come sottolinea il sindaco : «In tempi di individualismo sfrenato è doveroso fare qualcosa per far incontrare le , in particolare i ragazzi per dare loro l’opportunità di conoscersi e di confrontare tra loro diverse interpretazioni della vita quotidiana. se il contesto in cui avviene tale confronto offre una qualità in termini ambientali che non si trova ovunque. Siamo convinti che il nostro paese e la nostra possono offrire tale contesto».

In primo piano quindi c’è una solida motivazione sociale che sta alla base dell’organizzazione delle Olimpiadi scolastiche, sempre con un occhio di riguardo alla della montagna. Una formula che ha incontrato il gradimento di giovani e famiglie, come dimostrato dai numeri della partecipazione alla manifestazione: alcune migliaia di presenze che si ripetono ogni anno. Le famiglie arrivano a Valtorta con i ragazzi e scoprono una realtà – ambientale, storica, culturale e quant’altro – di sicuro richiamo. Si stuzzica la curiosità in modo che gli interessati tornino in .

Sarà così anche per l’edizione 2012 delle Olimpiadi che avranno il medesimo scenario e il medesimo copione delle passate edizioni: i Piani di Valtorta e i giochi sportivi di sempre, per una giornata che non si dimentica più.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di

48ª edizione Olimpiadi Scolastiche di Valtorta 2011