Ornica troppo mini, candidati divisi sull’accorpamento

Ornica Non commentato »

ornicaOrnica – Da una parte Ambrogio (Gino) Quarteroni, classe 1951, in amministrazione dal 1990, sindaco in carica, dall’altra Alessandro Seghezzi, classe 1946, anche lui già primo cittadino di Ornica dal 1978 al 1985. Il piccolo paese dell’alta Valle Brembana, con 170 abitanti, si prepara alle elezioni amministrative di domenica con due sfidanti che ben conoscono il funzionamento della macchina amministrativa, ma con una visione dello sviluppo futuro del paese differente. Seghezzi parla in primis di politiche e programmazione più vasta e non limitata al singolo comune, con la volontà di accorpare Ornica a un ente che raggruppi l’intera realtà territoriale dell’alta Valle Brembana (o comunque non limitata al singolo territorio comunale).

CONTINUA ARTICOLO »

Il rifugio Benigni sommerso da 4 metri di neve

-La Valle Brembana Non commentato »

rifugiobenigni--------3Ornica – Un mare di neve, nel vero senso della parola, quello che si trova sulle Prealpi Bergamasche in questo bizzarro inverno. Il rifugio Benigni, posto alla quota di 2222 metri, è circondato da, si stima, 4 metri di neve, la struttura alta Cinque metri e mezzo verrà probabilmente sommersa nei prossimo giorni, dato che sono previste nevicate, anche moderate fino a venerdì. Da quando è stata installata la webcam che mostra il rifugio, nel 2009 e benedetta dai frati portoghesi di Fatima, non si era mai vista tanta neve, e nonostante il maltempo ha sempre funzionato.

CONTINUA ARTICOLO »

E la Valle Averara rinnova il volume scritto 15 anni fa

Santa Brigida Non commentato »

Presentazione-Libro-S-Brigida10Santa Brigida – È stato presentato nei giorni scorsi il libro «Santa Brigida e l’antica Valle Averara», promosso dal Comune. «In questo periodo – ha detto il sindaco Carluccio Regazzoni – dove i media e la globalizzazione tendono a distruggere e a far dimenticare le nostre radici e le nostre tradizioni, questo libro deve divenire patrimonio unico per la famiglia che lo possiede ed essere eredità culturale e spirituale per figli e nipoti, quale testimonianza di appartenenza ad una comunità». Alle parole del sindaco sono seguiti gli interventi dell’onorevole Giacomo Stucchi, dell’assessore regionale Daniele Belotti e degli assessori della Provincia Giovanni Milesi e Silvia Lanzani. Il volume segue, a 15 anni di distanza, quello edito nel 1998.

CONTINUA ARTICOLO »

Dalla fiera di Branzi dieci tour sui formaggi

Branzi Non commentato »

Branzi – Dieci itinerari turistici ispirati ai Formaggi principi delle Orobie: Formai de mut, Bitto storico, Branzi Ftb, Strachitunt Valtaleggio, Agrì di Valtorta e Stracchino all’antica. I tour saranno presentati, domenica alle 10,30, nell’ambito della nona Fiera di San Matteo, rassegna di cultura, turismo ed enogastronomia in programma da domani a Branzi, patria del formaggio omonimo. L’idea che si vuole far passare è che la valle non è solo sci invernale o trekking estivo, ma può offrire tanto in ogni stagione». Ecco gli itinerari: «Storia, sapori e relax tra Carona, Branzi e Roncobello» (con due proposte diversificate, estiva o invernale), la «Valle Brembana occidentale » da Valtorta alla Valle di Mezzoldo (estiva e invernale), quindi la «Patria del Taleggio, delle poste e di Arlecchino», a Lenna, in agriwellness per il «Benessere alla maniera del contadino» e alla scoperta della cultura rurale, San Pellegrino con il liberty e l’agriturismo a Sedrina per lo Stracchino all’antica, Zogno con le grotte e il tartufo nero di Bracca, la Val Serina con la visita a un’azienda agricola e, infine, l’albergo diffuso di Ornica e la Val d’Inferno. Si tratta di itinerari di due giorni (un pernottamento) con prezzi dai 75 ai 180 euro circa che saranno acquistabili a breve sempre tramite la Fiera di San Matteo. E se vetrina della valle vogliono essere gli itinerari, altrettanto farà da domani a domenica la fiera di Branzi.

CONTINUA ARTICOLO »