I nuovi soccorritori che hanno seguito il corso dell’Akja. È arrivato alle fasi conclusive il corso per soccorritori su pista da sci 2009-2010, organizzato dalla scuola regionale della Federazione italiana pista da sci (Fisps) e dal Centro di formazione riconosciuto e accreditato Akja. I 12 futuri soccorritori sono stati impegnati per la parte pratica sanitaria (70 ore) e pratica (54 ore) sulle nevi dei comprensori sui quali presta servizio l’associazione Akja, nata ufficialmente a nel 1993 dalla volontà di unione di più gruppi di volontari del soccorso su pista, che operavano in alta .

Gli allievi hanno potuto mettere in pratica quanto appreso durante le lezioni teoriche (50 ore sanitarie e 10 tecniche): l’avvicinamento, il primo contatto con l’infortunato e la gestione della squadra in supporto per poi passare alla valutazione accurata del paziente. Il tutto si è svolto sotto l’occhio attento di istruttori del 118 di Bergamo, istruttori nazionali e regionali Fisps, medici, personale Arpa, guide alpine e istruttori del Corpo nazionale del soccorso alpino. Il corso tiene in considerazione quanto previsto dalla legge e dalla bozza del percorso formativo proposta dal gruppo di lavoro regionale, mantenendo durata, obiettivi intermedi, obiettivi specifici teorici e pratico attitudinali fissati dai documenti.

«Sabato 10 aprile – spiega il responsabile del Cefra Akja Nicola Bernacca di Zogno – i 12 volontari che hanno superato con ottime valutazioni l’esame di certificazione sanitaria, dovranno affrontare sulle nevi di Lizzola l’esame tecnico di movimentazione personale, attrezzatura e trasporto infortunati in massima sicurezza. Si sarà così completato il corso per pattugliatori». «La Fisps-Akja, sezione della Lombardia – continua Bernacca – è la prima associazione di soccorso piste sci a intraprendere l’intero percorso proposto dalla , formando volontari di alto livello e competenza sia dal punto di vista sanitario sia da quello tecnico alpinistico. Un traguardo assoluto che già ha riscosso i primi positivi riscontri lo scorso anno. Con i nuovi volontari la squadra Akja raggiunge il numero di 80 soccorritori impegnati tutti i giorni festivi sulle piste bergamasche e nel comprensorio Adamello ». Sempre il 10 aprile, a Lizzola, l’associazione organizzerà la selezione sciistica per quanti volessero iniziare il percorso per soccorritore su pista da sci. Ulteriori informazioni sul sito www.akja.it.

L’Eco di Bergamo