Race-handbikeSan Pellegrino Terme – Grazie alle medaglie paraolimpiche conquistate da Alex Zanardi a Londra 2012, l’handbike non è più un oggetto sconosciuto: la notorietà della disciplina è cresciuta (finalmente, aggiungiamo noi) e ora è normale imbattersi in manifestazioni di bici “a tre ruote”. Uno sport per i diversamente abili, che ha trovato nella formula del “circuito cittadino” l’occasione per fare spettacolo e intrattenere il pubblico, perché tenacia, forza, e il piacere della sfida s ono doti che non mancano a questi atleti. Uno sport emozionante che nella sua tappa saprà regalare brividi forti. Sabato 1 giugno, all’interno dell’iniziativa “10 ore di sport e solidarietà” di San Terme, grazie all’impegno di Promoeventi Sport, da sempre attiva per la dello sport nella bergamasca, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e le associazioni locali, prenderà il via la quarta tappa del Giro d’Italia di Handbike. Partito da Roma domenica 17 marzo con la vittoria del campione paralimpico Alex Zanardi, saranno nove le tappe che attraversano sei regioni (Lazio, Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria e Toscana), varcando per la prima volta anche i confini della Serenissima Repubblica di San Marino e concludendo a Firenze, il 29 settembre, nel cuore dei Mondiali di Ciclismo su .

“Questa quarta edizione del Giro d’Italia di Handbike, mi emoziona e mi rende felice. È per noi una gioia ed un riconoscimento dei precedenti anni di lavoro – sottolinea Maura Macchi, Presidente del Giro d’Italia di Handbike – La prima tappa di apertura sul palcoscenico della Maratona di Roma consacra un impegno che portiamo avanti da tre anni, per tutti gli atleti”. La corsa vedrà al via 8 categorie, 4 maschili e 4 femminili, e ogni leader delle otto classifiche indosserà la Maglia Rosa. Inoltre è previsto un altro riconoscimento, la Maglia Bianca, per il vincitore della Classifica a Punti. Ma non solo, anche l’ultimo arrivato di ogni gara verrà premiato con la famigerata Maglia Nera, tributo che un tempo veniva assegnato anche al Giro d’Italia.

“Siamo molto contenti di ospitare la quarta tappa del Giro d’Italia di Handbike, – commenta Giovanni Bettineschi, presidente di Promoeventi Sport – uno degli obiettivi della nostra associazione consiste proprio nel promuovere lo sport senza distinzione. Questo evento rappresenta un’opportunità per sensibilizzare la società sul tema della disabilità, oltre a creare un momento importante per gli atleti stessi migliorandone l’integrazione e la qualità della vita.”