san-galloSan Giovanni Bianco – San Gallo, frazione di , sarà in festa oggi e domani per la visita del vescovo Francesco Beschi e l’inaugurazione della rinnovata parrocchiale, risalente a fine Settecento, dedicata all’Assunta e a San Gallo. Dopo circa tre anni di lavori, infatti, sono terminati le opere di restauro, consolidamento e impiantistica volute dal parroco don Diego Rota. Stasera alle 20 l’incontro in cui il parroco spiegherà gli interventi, tra cui il restauro degli affreschi, la sistemazione dell’impianto elettrico e dell’illuminazione. Domani l’arrivo di monsignor Beschi che, insieme ai sacerdoti nativi, a quelli del vicariato e a quelli che hanno prestato servizio in parrocchia, concelebrerà la Messa, durante la quale si terrà la benedizione della chiesa. Seguirà un rinfresco aperto a tutti.

I festeggiamenti proseguiranno il 1° novembre con la Messa delle 10,45, accompagnata dal coro Santa Cecilia di San ; il 7 novembre, invece, la corale della di Scalve, diretta dal maestro Marco Magri, terrà un concerto nella parrocchiale.

I lavori di recupero erano iniziati nel 2006 «con il consolidamento del pronào esterno che era cedevole – spiega don Diego – tramite palificazione. Nel 2008 è stato dato il via a tutti gli interventi successivi, con la sistemazione dell’impianto elettrico e dell’illuminazione interna ed esterna, quindi il restauro degli affreschi. Un recupero necessario, e nel caso del pronào urgente, che però ha comportato spese significative per la parrocchia: in complesso ci sono voluti circa 300 mila euro. Ringraziamo la Conferenza episcopale italiana per il contributo di 50 mila euro, la Fondazione della Comunità per il contributo di 8.000 euro e i parrocchiani.

È chiaro che questi aiuti, seppur importanti, non bastano comunque a coprire tutte le spese sostenute, per cui ci rimettiamo alla generosità della gente sperando che ognuno possa continuare a dare il suo piccolo ma prezioso contributo».

Silvia Salvi – L’Eco di