La prima sferzata invernale ci colpirà nel prossimo fine settimana. Le modalità con cui l’aria fredda prenderà il sopravvento non sono ancora del tutto chiare data la solita imprevedibilità della direzione che prendono queste masse d’aria fredda provenienti da nord. Comunque sia proverò a fare un’analisi prendendo in esame la mappa emessa da ecmwf valida per domenica a mezzanotte che ci mostra un calo notevole di geopotenziali in quota a causa della discesa di aria fredda di origine polare verso le . Si formerà anche un minimo al suolo tra la Corsica ed il mar ligure che richiamerà aria umida da sud/ovest verso le regioni settentrionali.

La responsabile è l’elevazione dell’alta pressione delle azzorre verso nord che poi tenterà invano di chiudere la porta alla discesa fredda. A seguire poi la goccia fredda scivolerà verso sud portandosi dietro termiche negative in quota (per lunedì è prevista una -1 a 1400 m in zona orobica). Ecco quindi una previsione (anche se il tutto sarà rivisto meglio con i lam di domani) valida per la val :

Sabato: tempo inizialmente buono con cielo poco nuvoloso ma nel corso della giornata aumento della nuvolosità con cielo coperto su tutta la valle con piogge sparse più probabili sulla bassa valle. Quota a partire dai 1600mt in calo fino ai 1300mt in tarda serata. Pioggia più continua su pedemontana ed alta pianura.

Domenica: cielo coperto su tutti i settori con piogge deboli o moderate e neve nella notte fino ai 1200mt, in risalita fino a 1400/1500mt nel corso della giornata. Saranno possibili pause, quindi non si tratterà di piogge continue. L’alta pianura sarà colpita meglio con piogge moderate diffuse.

Lunedì: graduale miglioramento nel corso della giornata fino a cieli poco nuvolosi nel pomeriggio.

Fabio

http://forum.valbrembanaweb.com/meteo-alpi-prealpi-orobie-f79/ottobre-incursione-invernale-nel-cuore-dell-autunno-t4819.html