Zogno – C’è chi l’ha già definita uno scempio, un oltraggio alla natura, uno sfregio ai monti. Fa discutere la nuova che parte dall’ex cava Falk di e per quattro chilometri si inerpica lungo la arrivando fino a località Costa del Liel. Le foto scattate dai frequentatori del forum di mostrano le conseguenze dei lavori: una profonda trincea ben visibile anche a chilometri di distanza. I boscaioli hanno abbattuto centinaia di alberi, poi sono entrate in azione le ruspe.

Che hanno trasformato un normale di montagna in una strada carrabile. E’ un passaggio privato commissionato da un consorzio di proprietari di cascine e dalla stessa amministrazione comunale di Sedrina. Uno dei proprietari ha però posto una pregiudiziale durante l’iter di approvazione: la strada non poteva diventare pubblica. Così il Comune nel 2010 ha deciso di uscire dal consorzio e ritirare il finanziamento. I commenti sul forum della sono a senso unico: “Io sono completamente ignorante in “politichese” – scrive Brembo – Però se questi “amici” hanno la possibilità di spendere centinaia di migliaia di (loro) euro sfregiando comunque la montagna solo per il gusto di mangiarsi una pizza il sabato sera, con tutti quei soldi potevano comprarsi una pizzeria compresa di pizzaiolo”. Fabietto: “In mezzo al bosco, lontano dal frastuono delle strade di fondovalle, immersa nel verde e baciata dal sole: che bello, una nuova strada da fare in bicicletta o in mtb. Sempre che poi non venga vietata al transito dei non proprietari”. Fabius: “Alla faccia della crisi, chi ha le palanche riesce anche in questi tempi a costruirsi la strada privata , disboscando in barba all’ambiente”.

NEWS

http://forum.valbrembanaweb.com/viabilita-valle-brembana-f89/nuova-strada-sul-canto-alto-t6189.html