Brembilla – La srl e la Indeva spa di hanno indetto per il 5 dicembre prossimo uno sciopero e un presidio, oltre al blocco degli straordinari a partire mercoledì 28 novembre: la decisione è stata presa in seguito a due licenziamenti effettuati applicando il nuovo articolo 18 alla Scagia srl. Da mercoledì 28 novembre nelle due aziende di , srl e Indeva spa, scatterà il blocco degli straordinari, mentre per il 5 dicembre è già stato proclamato uno sciopero di 8 ore con presidio davanti alle portinerie: è quanto deciso martedì dalle assemblee dei lavoratori che così protestano contro due licenziamenti individuali effettuati alla srl applicando il nuovo art.18 e senza alcun coinvolgimento delle organizzazione sindacali.

Con lo stato di agitazione i lavoratori delle due aziende (che fanno capo alla medesima proprietà) e i sindacati di categoria chiedono il ritiro dei licenziamenti da parte ’azienda, l’avvio di un confronto sugli assetti organizzativi e societari delle due aziende e l’inizio di un confronto sindacale sui presunti esuberi e sulla gestione degli ammortizzatori sociali. La Scaglia srl sta ricorrendo, infatti, alla Cassa Integrazione Ordinaria per la gestione collettiva di esuberi temporanei.

“Malgrado questo, l’azienda ricorre ai licenziamenti di tipo economico utilizzando il nuovo art.18 della legge 300. Per questo abbiamo avanzato un’immediata richiesta di incontro alle due società in forma congiunta” hanno detto Ivan Comotti della segreteria provinciale Fillea-Cgil e Gabriele Mazzoleni, segretario generale provinciale della Filca-Cisl. “Non è possibile che quando è in atto il ricorso ad ammortizzatori sociali per la gestione di esuberi collettivi, l’azienda unilateralmente attui riduzioni di personale con licenziamenti individuali. Un altro aspetto da rilevare è che le voci che si susseguono di cessione di ramo d’azienda da parte di Scaglia ad Indeva devono essere chiarite al tavolo sindacale, non nei corridoi dell’azienda. L’assemblea di oggi, infatti, ha espresso preoccupazione per la ridda di voci secondo le quali è prevista la cessione: i lavoratori vogliono capire il perché, il fine e il metodo”. Alla Scaglia srl, specializzata nella produzione di rocchetti per cotone dei comparti tessili, lavorano 42 ; in Indeva spa, dove si progettano e producono manipolatori per il sollevamento e la movimentazione di pesi, lavorano 120 dipendenti.

NEWS