Olimpiadi Valtorta Il prossimo 1° giugno, ai Piani di , si terrà la 45ª edizione delle scolastiche, dedicate ai bambini della scuola elementare della provincia. La manifestazione, come tradizione, è stata presentata – con largo anticipo sulla data programmata per dar modo di preparare adeguatamente i ragazzi – nel capoluogo della Valle Stabina presenti insegnanti (sempre meno, purtroppo) e dirigenti scolastici, responsabili (sempre di più, fortunatamente) di gruppi sportivi e amministratori locali. A fare gli onori di casa il sindaco Silvano Annovazzi, il funzionario comunale Gianbattista Busi che è il discreto ma insostituibile organizzatore dell’appuntamento, e il vicesindaco , l’anima delle Olimpiadi che ha presentato per la 45ª volta questa sua creazione. «Ma come e da chi nacque questa idea e perché si continua ancora dopo 45 anni? gli è stato chiesto.

La tradizione non si è mai interrotta – ha risposto Busi – e sempre con tanta partecipazione. Per cui non vedrei proprio motivo per interromperla». Però poi amplia la sua considerazione. Era il 1962 e ancora giovanissimo ero diventato sindaco di Valtorta – racconta – e mi ero subito reso conto che il campanilismo tra i paesi era quasi esasperato.

Mi dicevo: si deve far qualcosa per favorire la conoscenza e i rapporti amichevoli tra i nostri piccoli paesi. Mi rivolsi a Giovanni Zenoni, un giovane maestro che insegnava in paese, ed entrammo in sintonia. E nacquero le Olimpiadi. Si sono fatti grandi passi sulla via della socializzazione – continua Busi – e si può considerare raggiunto l’obiettivo. Ma i rapporti vanno consolidati e dunque ecco riproposta a tutta la provincia una giornata da trascorrere in allegria.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di

Alberghi ristoranti e pizzerie a Valtorta
Fotografie immagini di Valtorta
Escursioni sui sentieri di Valtorta