Zogno – Sono partiti i lavori per l’autosilo nel di . Un’opera da un milione di euro. Il cantiere è partito nella seconda metà di luglio e l’apertura del parcheggio è prevista tra un anno, per giugno 2012. È un’iniziativa immobiliare della Fondazione Francesco Cavagnis, proprietaria dell’edificio storico realizzato su progetto da Luigi Angelini, che dall’inizio del secolo scorso ospita la scuola dell’infanzia, ora scuola paritaria. Una vera e propria istituzione per . Nell’edificio sono presenti anche due sezioni della scuola materna statale.

«Restyling urgente»
«Nel 2008 – spiega Alberto , presidente della Fondazione Cavagnis – è stato predisposto il progetto per riqualificare l’edificio storico che era bisognoso di radicali e costosi interventi di messa a norma, oltre che di migliorie funzionali. Un progetto dai costi elevati, assolutamente insopportabili per la fondazione anche a fronte del venir meno dei finanziamenti regionali e statali. Si correva seriamente il rischio di dover chiudere la scuola per inagibilità».
È stato quindi necessario trovare un escamotage per recuperare i fondi necessari. «Nel 2010 con l’insediamento del nuovo consiglio direttivo da me presieduto – continua Gherardi – si è arrivati all’idea di un nuovo progetto che prevedeva di realizzare box da alienare per poi utilizzare il ricavato della vendita per sostenere i costi della ristrutturazione dell’edificio». Il progetto è stato redatto dall’architetto Romano Ruggeri di Zogno e risponde alla necessità di soddisfare il problema della carenza di box nel centro storico del paese. «Da qui l’iniziativa della Fondazione di realizzare un autosilo ricavato nel terrapieno del complesso edificato».

Una quarantina di opzioni
L’anno scorso ci fu un incontro nel corso del quale il progettista Ruggeri e il presidente Gherardi illustrarono il progetto ai residenti, ai quali era riservato l’acquisto dei box in via prioritaria. La proposta è stata accolta con interesse dalla popolazione. Sono già una quarantina i posti auto opzionati per i quali si sta procedendo alla sottoscrizione dei preliminari di vendita e acquisto. Osserva Gherardi: «Questa prima operazione ci ha dato la possibilità di avviare la realizzazione dell’intera opera. Sono ancora disponibile una ventina di box che, visto che sono state esaurite le richieste dei residenti, possono ora essere venduti a chiunque ne faccia richiesta».

I box sono complessivamente 57 e sono disposti su due piani con accesso al piano basso dalla provinciale mentre dal piano soprastante da piazza 4 Novembre; è previsto anche un accesso pedonale. Sopra l’autosilo, infine, sarà ripristinato lo spazio giochi attrezzato per gli alunni della scuola. Il costo di un box è da 30.000 euro (più Iva) in su, in base alle dimensioni.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a ZognoFotografie immagini di ZognoEscursioni sui sentieri di ZognoManifestazioni a Zogno in media Valle Brembana