Lycoperdon Perlatum – Scioparola – scoresa de lof saprofita, si trova nei boschi, in gruppi. molto simile è il Lycoperdon furfuraceum, che si distingue per la facile asportabilità delle ornamentazioni granulose (meno vistose degli aculei del perlatum) e per le tonalità rosate sulla sommità della superficie. Nei nostri boschi della Valle Brembana, sia latifoglie che conifere, si sviluppa terricolo, non di rado anche su legni in decomposizione, raramente reperito anche su pigne. Dalla primavera all’autunno; dalla pianura alla fino a 2200 m di quota.

Si tratta di una specie polimorfa, ma nel contempo molto costante nel presentare aculei conici. Questa caratteristica è davvero la più importante per una corretta determinazione ed è apprezzabile anche in esemplari vetusti, laddove si possono ancora individuare le “cicatrici” circolari lasciate dopo la caduta degli aculei.

I Lycoperdon sono un genere di Macromiceti caratterizzati da carpofori globosi. La carne (gleba), inizialmente biancastra, a maturità diventa scura e si dissolve in polvere che esce dal carpoforo aperto in vario modo. Sono quasi tutte commestibili, purché la gleba sia bianca. Benché non sia tossico dal punto di vista alimentare, si ritiene utile citare “un’allergia” presente in letteratura medica, chiamata Lycoperdonosi. Si tratta di una polmonite allergica dovuta all’inalazione fortuita o voluta, di buone quantità di polvere sporale.

Funghi Valle Brembana, Lycoperdon Perlatum, Scioparola, scoresa de lof

in tempo reale la situazione Funghi in Valle Brembana