Premio Poesia di DossenaDossena, il «Premio di poesia» a Noris di Albino
La poesia «Amurì dè primaèra» di Maurizio Noris di Albino ha vinto il «Premio di poesia dialettale» di Dossena. Le premiazioni si sono svolte sul sagrato della millenaria chiesa plebana. «Obiettivo principale del concorso – ha detto il sindaco Franco Zani – vuole essere quello di mantenere intatto e tramandare ai giovani il patrimonio culturale, morale e umano del dialetto». Scorrendo poi le pagine dell’antologia delle poesie che in vent’anni di edizioni sono state presentate in concorso – oltre un migliaio di 153 autori – si coglie il leitmotiv che lega un’edizione all’altra: ovvero il riferimento costante alla montagna.  

Non è mancato neppure nella 21ª edizione tale riferimento, che si coglie nei versi della seconda poesia classificata, dedicata a una vecchia cascina abbandonata. Come tradizione la serata ha avuto la cornice di un numeroso pubblico. Tra le autorità presenti il presidente della Comunità montana Piero Busi, i consiglieri regionali Pietro Macconi e Giosuè Frosio e l’arciprete don Giambattista Zucchelli. Presenti ancora il presidente Luciano Ravasio e i componenti della commissione tecnica del premio, Bruno Agazzi del Ducato di Piazza Pontida e Gianluigi Morosini direttore del Giopì. Ha condotto la serata, sostituendo il coordinatore ufficiale, da oltre vent’anni, del concorso Antonio Cernuschi, costretto a un improvviso ricovero ospedaliero, la presidente della Pro loco Norma Micheli che ha presentato l’antologia dei primi vent’anni del Premio Dossena. Ferruccio Giuliani ha dato di seguito lettura delle cinque poesie finaliste 2007 e quindi si è passati alla votazione popolare con sottofondo di brani musicali di Luciano Ravasio. È stata così formulata la classifica finale che nell’ordine e dal primo al quinto posto è la seguente: «Amurì dè primaèra» di Maurizio Noris di Albino, «Chèla stala möta sö ‘montagna» di Alessandro Pellegrini di Brembilla, «Mama» di Luigi Furia di Gorno, «La mè cansù» di Elena Gamba Aimi di Bergamo, «I cansù de la mé mama» di Francesco Zani di Torre Boldone. Il premio speciale per la poesia dedicata a Dossena è stato assegnato a «Ol pitur del Signur» di Vittorio Bellini di Alzano.

FOTOGRAFIE IMMAGINI DI DOSSENA

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo 14-08-2007

Agriturismo, Bed and Breakfast, appartamenti a Dossena
Fotografie immagini di Dossena
Escursioni sui sentieri di DossenaManifestazioni ed eventi a Dossena