Dossena – Un gemellaggio a sorpresa per Dossena. Nei giorni scorsi, durante la tradizionale «Chiamata di marzo» che ogni anno si festeggia in paese, sono arrivati da Ardesio con un pulmino circa 30 «armati» di «cioche» e corna d’. I «colleghi» amanti delle tradizioni di Ardesio hanno voluto fare una sorpresa agli amici della . Una sorpresa che ha creato stupore in paese: nel giro di pochi minuti dalle abitazioni sono giunti tanti residenti a dare il benvenuto agli ospiti. Nemmeno il tempo di conoscersi tutti che è partito il rumoroso corteo per le vie del paese; a dare il via Piero Zani con la moglie Liliana che ogni anno organizzano e promuovono la manifestazione. Una presenza record che superava le cento persone fra adulti e bambini, ma a stupire era la presenza degli adolescenti, più vivaci che mai.

Per anche il sindaco Anselmo Micheli, il vice Franco Zani e l’assessore Fabio che hanno commentato positivamente la sorpresa degli amici di Ardesio. Scampanate e gran frastuono dalle fino alle 22 per le vie di Dossena: l’obiettivo era quello di chiamare marzo e la stagione primaverile (un secondo appuntamento è fissato per il 31 marzo per cacciare il mese pazzerello). Ad assistere incuriositi pure una quindicina di ragazzi di , alcune famiglie di Ciserano, della Bassa e un buon gruppo di ricercatori e studiosi di folclore. «È la festa di tutti, dalle famiglie ai bambini, ma anche dei ragazzi – spiega Tanya Merelli, 16 anni, di Dossena –.

Un appuntamento insolito che nessuno in paese dimentica. Un grazie va rivolto a Piero e alla moglie Liliana che promuovono sempre con vigore questo e altri appuntamenti durante tutto l’anno. Rigorosamente rispettando la tradizione in ogni suo aspetto. È una serata speciale che tante altre comunità hanno dimenticato».

Massimo Pesenti – L’Eco di

Agriturismo, Bed and Breakfast Dossena
Fotografie immagini di Dossena
Escursioni sui sentieri di Dossena