Lenna – Da recordman di mungitura ad aspirante talento ’equitazione. Nicolò Quarteroni, 20 anni, studente in Lettere di , ormai galoppa con disinvoltura dagli ai campi gara ippici. Dopo aver battuto, il mese scorso, il record mondiale di mungitura a mano alla fiera di Branzi, ora si appresta a partecipare al primo realitytalent show nazionale sull’equitazione. Ha superato una selezione durissima: 45 mila i videoclip arrivati da tutta Italia a «ClassHorseTv», la televisione tematica (visibile sul canale 55 di Tivùsat o sul 221 di Sky) che dal 2010 ha letteralmente catalizzato il mondo dell’equitazione. Da lì è passato alle prove sul campo, in Toscana e in Brianza. Lui gareggiava nella categoria salto a ostacoli e, alla fine, è stato scelto, insieme ad altri tre ragazzi, su 450 aspiranti, durante la serata finale trasmessa alcuni giorni fa in tivù. Ieri sera, al Castellare Equestrian Club a Zerbolò (Pavia), si è svolta la festa di inizio show, con 500 ospiti, voluta dal patron di «ClassHorseTv », Luca Panerai.

Tra i vip annunciati Red Ronnie, Gianluca Grignani, Enzo Iacchetti, Ron e Barbara De Rossi. Da oggi le lezioni che saranno anche la gara del reality: 12 concorrenti (quattro per categoria, più sette outsider), due squadre, una giuria (Roberto Rotatori, Enzo Truppa e Giovanni Consorti) e tre discipline (dressage, salto ostacoli e completo), con un premio di 50 mila euro per il vincitore. I concorrenti (dai 18 ai 24 anni) si sfideranno in prove testa a testa per ogni disciplina e in prove di extra disciplinari (lezioni didattiche, cura e benessere del cavallo, mascalcia). Le loro performance saranno trasmesse in diretta, con collegamenti quotidiani e puntate speciali, su «ClassHorseTv». Ci sarà una giuria tecnica ma, da casa, il pubblico potrà salvare i concorrenti dall’eliminazione, tramite sms, facebook o sul sito web della televisione (www.classhorse.tv/horseacademy). Tra gli ospiti del reality è atteso il mostro sacro dell’equitazione (salto a ostacoli), il tedesco Ludger Beerbaum, pluricampione mondiale e olimpico.

Quarteroni, nella presentazione dei finalisti, viene descritto come il «rustico, forse con meno esperienza a cavallo, ma sicuramente dotato di grande grinta e forza di volontà. Il giudice ha visto in lui tanto potenziale e molta umiltà. Saranno le carte «Meno esperienza degli altri, ma tanta grinta e umiltà» vincenti?». Gareggerà con la sua cavalla, Stella, 5 anni. «Poter partecipare con il cavallo che abbiamo addestrato in questi anni – dice Nicolò – è per me una grande soddisfazione. Perché sono stato scelto? I miei sfidanti vivono già nel mondo agonistico. Io, invece, sono arrivato all’equitazione in un modo un po’ diverso, lavorando nell’azienda agrituristica e nel maneggio di famiglia. Forse anche questo i giudici hanno apprezzato, consentendo a un ragazzo di di poter far valere le sue doti». Sconfitto in partenza? «Non è detto. Me la giocherò fino in fondo».

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di