“Regione Lombardia, le Province di Bergamo e Lecco, le (Valle Brembana, Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera) e gli 11 Comuni coinvolti, con l’adesione delle società di gestione degli impianti, sottoscrivono oggi un cronoprogramma che, con una dotazione economica di oltre 40 milioni di euro, metterà in atto, nei prossimi due anni, un profondo intervento di ammodernamento delle stazioni di risalita e delle loro strutture di accesso e collegamento”. Con queste parole il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha voluto presentare quello che ha definito “un progetto di grande respiro e lunghe vedute”: quello, cioè, di creare, entro l’inizio del 2015, un unico vasto comprensorio sciistico, integrato e sinergico, a cavallo della Valsassina e della Valle Brembana.

L’ACCORDO DI PROGRAMMA PROMOSSO DALLA GIUNTA REGIONALE
Dopo essere stato approvato dalla Giunta regionale lo scorso 25 ottobre, l’Accordo di programma è stato firmato presso la Sede territoriale di Regione Lombardia a Lecco. Con la regia e la spinta della Regione, Bergamo e Lecco si alleano nella realizzazione di un grande progetto unitario di attrattività turistica. L’Accordo di programma mette in campo oltre 40 milioni di euro per creare, dai due esistenti, un unico un macro-comprensorio sciistico e turistico fortemente integrato e sinergico. “L’ingente investimento di 40 milioni di euro – ha sottolineato Formigoni – dice quanto le istituzioni credano nella forza dei nostri progetti per la e lo sviluppo del nostro territorio. Questo investimento rappresenta, inoltre, una leva anticrisi”.

PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO – L’operazione di vasta portata vede il coinvolgimento (e l’adesione all’Accordo) di soggetti pubblici e privati. “Far massa critica, aggregare le forze di stazioni altrimenti isolate, mettere a fattor comune gli sforzi pubblici e quelli degli investitori privati – ha commentato il presidente – è l’unica ricetta possibile per mantenere vivo e rendere competitivo per il futuro il comparto turistico”. A sottoscrivere l’Accordo, assieme alla Regione, sono stati infatti le Provincie di Bergamo e Lecco; le Comunità montane di Valle Brembana (Bg) e di Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera (Lc); i Comuni di Carona, , , Piazzatorre, Roncobello, , (Bg), , Cassina Valsassina, Cremeno, Moggio (Lc) e le società Brembo Super Ski Spa e Imprese Turistiche Barziesi spa.

GRANDE PASSO IN AVANTI PER L’OFFERTA TURISTICA – L’iniziativa consiste nella realizzazione sia di opere di ammodernamento tecnologico degli impianti sia di infrastrutture per l’accessibilità, che vedranno il coinvolgimento di Barzio, di e di Artavaggio, unitamente alle località bergamasche di Foppolo e Piazzatorre. Tra le prime opere sono previste la sostituzione delle esistenti con impianti di ultima generazione, interventi di manutenzione straordinaria delle piste di sci, la realizzazione di impianti innevamento; tra le seconde, soprattutto la costruzione di parcheggi. “I comprensori della Valsassina e della Val Brembana – ha spiegato Formigoni – oggi fanno un passo ulteriore per avvicinarsi alla loro clientela, mantenersi al passo coi tempi e contribuire a promuovere l’economia e l’attrattività di alcuni dei territori più belli delle Prealpi”.

40 MLN DI STANZIAMENTI E TEMPI – Il valore complessivo del progetto è esattamente di 40.063.900 euro. Regione Lombardia si impegna a contribuire alla realizzazione degli interventi stanziando 8.020.350 euro (circa il 20 per cento del costo totale). Il progetto integrato complessivo sarà terminato per l’inizio del 2015.

IL DETTAGLIO DELLA COPERURA FINANZIARIA

Regione Lombardia 8.020.350 euro
Brembo Super Ski spa 17.412.931 euro
Comune di Carona 780.000 euro
Comune di Piazzatorre 720.000 euro
Comune di Roncobello 48.612 euro
Comune di Mezzoldo 71.500 euro
Comune di Valtorta 318.000 euro
Comune di Moggio 240.000 euro
Comunità M. Valsassina 716.149 euro
ITB spa 11.736.356 euro

Bergamo NEWS