centro sportivo comunale di Camanghè

L’edificio denuncia gli anni: si risolverà il problema infiltrazioni e si sostituirà il pavimento. Via libera alla riqualificazione del palazzetto del comunale di , a Zogno. L’intervento, del costo complessivo di 150 mila euro, è previsto nel Piano delle opere pubbliche che è stato recentemente approvato dal Consiglio comunale di . Spiega l’assessore ai Lavori pubblici Lino : «L’intervento era stato inserito nel programma del 2009 e ora, vista la disponibilità di fondi, possiamo passare all’attuazione dell’opera. Il primo passo sarà la stesura del progetto. L’operazione è possibile anche perché la struttura non è più utilizzata dalla scuola».

Sull’argomento interviene anche l’assessore alla Cultura Angelo Curnis: «Fino allo scorso anno – osserva – dovevano utilizzare il palazzetto dello sport per le lezioni di educazione fisica degli studenti della scuola media inferiore che era priva di palestra.

Alcune classi di alunni facevano lezione a Camanghè mentre altre, insieme agli alunni della scuola elementare, andavano alla palestra dell’oratorio parrocchiale. Oltre alla trasferta per i ragazzi, con gli inevitabili disagi, dovevamo sostenere le spese per il trasporto e anche per l’affitto». La situazione è tornata alla normalità a settembre, in quanto la scuola media ha potuto contare sulla disponibilità della nuova palestra. «Una palestra ad uso strettamente scolastico, un concetto che mi preme sottolineare – ribadisce l’assessore alla Cultura – mentre gli alunni delle elementari continuano a frequentare la palestra parrocchiale».

Il centro sportivo comunale è adiacente al campus scolastico superiore di . C’è lo stadio con campo di calcio regolamentare e la pista in tartan pure regolamentare per l’atletica oltre alle postazioni lancio, salti e quant’altro, le cui tribune sono state recentemente coperte con una struttura lignea. C’è poi la palazzina servizi con saletta ginnica, doppi spogliatoi e infermeria, oltre alla biglietteria che si trova a parte. C’è inoltre anche il bocciodromo a quattro corsie con bar. Infine sorge il palazzetto dello sport che sarà presto interessato dai lavori di riqualificazione.

La struttura ha una superficie di mille metri quadrati e dispone di tribune su tre ordini di gradoni per oltre duecento posti a sedere. Un edificio che mostra il peso degli anni. «L’usura del tempo comincia a farsi sentire – osserva l’assessore ai Lavori pubblici Gherardi – e si deve quindi intervenire al più presto».
Nel progetto di intervento è prevista la costruzione di un locale di circa 30 metri quadrati di superficie che sarà esterno alla struttura: il locale sarà adibito a deposito degli attrezzi sportivi.

Verrà poi risolto anche il problema delle infiltrazioni d’acqua che sono dovute all’assestamento della costruzione sul terreno di riporto su cui è sorto oltre dieci anni fa. «È questo il passaggio più significativo del progetto di restyling – spiega l’assessore –, si provvederà poi alla sostituzione della pavimentazione che non è più rispondente alle esigenze attuali. Verranno utilizzati materiali assolutamente innovativi. L’esecuzione dei lavori influirà chiaramente sull’uso della struttura, ma si lavorerà celermente per contenere la tempistica e si avrà poi un palazzetto sportivo funzionale e accogliente, pienamente rispondente alle esigenze dei nostri cittadini».

Sergio Tiraboschi – L’Eco di