– La crema, sulla torta di fine anno, è tutta per il Valle Brembana. Si chiude con tre punti l’ottima stagione dei brembani, che si sono subito scrollati di dosso gli abiti di Cenerentola per indossare quelli più suadenti di mina vagante. Una salvezza quasi mai in dubbio – un solo momento di vera difficoltà: i quattro ko filati tra la 13ª e la 16ª giornata – e tante belle soddisfazioni: anche nell’ultima gara, per chiudere proverbialmente in bellezza. E non potevano che essere Galbiati e Crisci, i Pulici-Graziani di questo Valle, a porre il sigillo sulla stagione. Se il primo sussulto è orchestrato dalla punizione di Pozzi finita sulla traversa, è proprio il «Toro» – giunto al diciottesimo centro stagionale – a sbloccare il match: al 24’, sul corner di Di Liddo, Ghisalberti e Goisis spizzano la sfera e propiziano la zampata sulla linea di Galbiati.

Al 36’ c’è il raddoppio, con la punizione di Di Liddo corretta in rete da Crisci. Ci pensa il Crema, in avvio di ripresa, a rivitalizzare il match: il bolide di Pellizzari dal limite, sugli sviluppi di un angolo, finisce all’incrocio e riporta in partita i locali. Ma il Valle Brembana – guidato ieri da Luciano Paganelli – vuole chiudere al e scaccia ogni velleità di remuntada. Crisci sfiora il tris e Corrente colpisce un palo, poi il triplice fischio finale proietta alle vacanze.

L’Eco di