PIAZZA BREMBANA – I servizi alla persona rimangono al centro dell’azione della Brembana: il bilancio di previsione 2010, approvato a maggioranza dall’assemblea comunitaria, dedica a questo settore 2,9 milioni di euro, su un totale di risorse (entrate disponibili che pareggiano con le uscite) di 7 milioni e 530 mila euro. «La situazione economico-finanziaria non del tutto negativa – hanno osservato nelle considerazioni introduttive il presidente e l’assessore al bilancio Ambrogio Quarteroni – ha consentito la redazione di un bilancio dignitoso, anche se certamente sofferto perché si sono dovuti apportare tagli».

Ampia attenzione ai servizi alla persona. L’assessore ai servizi sociali Ezio Remuzzi ha elencato le azioni di programma, definendole «mirate» all’ottimizzazione delle risorse. Risorse sono destinate all’assistenza educativa scolastica, ai minori, ai disabili, agli anziani. Fondi pure per il soggiorno marittimo degli anziani, per i servizi socio assistenziali, per il sostegno a situazioni di crisi. Cambiando settore, oltre un milione di euro è destinato al settore agricolo e alla forestazione. Gli interventi – dettagliati nella relazione dell’assessore Orfeo Damiani – sono tre: miglioramento del territorio agroforestale e delle strutture e infrastrutture aziendali, sostegno alle pratiche agrarie tradizionali, manutenzione e miglioramento forestale, anche tramite il potenziamento dell’attività delle squadre operai e antincendio boschivo.

Il problema della viabilità è stato trattato dall’assessore Gianni Salvi, mentre sul turismo l’assessore ha sottolineato l’importanza della valorizzazione delle testimonianze artistiche e storiche della valle e dell’organizzazione di manifestazioni promozionali. Enrico Sonzogni ha precisato circa la manutenzione degli itinerari storici e il servizio delle Guardie ecologiche volontarie e delle squadre antincendio boschivo. «Si sarebbe potuto concedere maggior spazio all’innovazione, uscendo dalla routine – hanno osservato dalla minoranza Carmelo Goglio, Vittorio e Rosanna Donati –. Ora preme che si arrivi ai trasferimenti dalla Regione, anche nell’ottica del federalismo fiscale». Il bilancio è stato approvato con 25 voti a favore e sei contrari.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di