Trovato l’accordo tra e sindacati sul lavoro domenicale che aveva fatto discutere nelle scorse settimane con la bocciatura da parte dei lavoratori (tramite referendum) della richiesta aziendale del lavoro nel weekend e la decisione della stessa di scavalcare il risultato della consultazione e avviare colloqui privati per trovare gli operai necessari.

L’intesa prevede l’assunzione a tempo indeterminato e part-time dei 33 lavoratori, ora con contratto a tempo determinato assunti a gennaio per garantire il lavoro nel fine settimana; durante le domeniche (che non dovranno superare il tetto delle 26 annue) avranno una maggiorazione dello stipendio del 50 per cento.

Maggiorazione che avranno anche i 20 operai volontari, che già lavorano per l’azienda, che decideranno di recarsi al lavoro la domenica; quest’ultimi saranno pagati in regime di straordinario con la stessa maggiorazione dei lavoratori part-time ed un bonus di 50 euro per ogni domenica di lavoro. Lavoro domenicale necessario per far fronte agli interventi tecnici (la SanPellegrino ha programmato un investimento di 20milioni di euro per l’installazione delle nuove linee a cui se ne aggiungeranno altri 30 nel prossimo biennio) che porteranno a dei rallentamenti produttivi che verranno recuperati proprio nel fine settimane.

NEWS

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche