Roncobello – «La strada è più di un desiderio, è un sogno. Vogliamo tenerlo pronto nel cassetto e come tutti i sogni va coltivato con cura». Il sindaco di non sarà presente oggi ad Ardesio all’assemblea pubblica convocata dal suo omologo Alberto Bigoni per presentare l’ipotesi di collegamento intervallivo fra Valcanale e Mezzeno. «L’assenza non vuole essere assolutamente polemica – precisa subito Andrea – si tratta di un impegno di lavoro cui sia io che il vicesindaco non possiamo derogare. Il Comune di è da sempre favorevole all’ipotesi, al punto che il nostro Pgt regolarmente approvato ha recepito l’ipotesi di tracciato con le correzioni proposte dalla Provincia. Se ne parla addirittura dal 1956 e negli ultimi anni l’idea ha ripreso vigore, ma idea resta». Milesi sottolinea come le possibilità di finanziamento siano in questo momento difficili e proprio per questo valeva la pena riaprire la discussione davanti a fatti realmente nuovi.

«La gente – continua Milesi, che ha scritto una lettera a Bigoni e agli altri invitati all’assemblea – sia in Val che in , è già a conoscenza del , che si è deciso debba privilegiare il tracciato a cielo aperto e non il tunnel, che avrebbe costi più alti, problemi di deposito del materiale di scavo e soprattutto finirebbe per non servire a valorizzare le zone in quota, obiettivo dell’intervento insieme a quello di mettere in comunicazione le due valli. Viviamo ogni giorno le difficoltà degli enti pubblici, primi fra tutti i Comuni e la Provincia, per mantenere l’ordinario anche a livello di manutenzioni stradali. Si corre il rischio di dare alla gente l’impressione che gli amministratori non abbiano il giusto realismo comprendendo opportunità e priorità. Avviare ora un dibattito, dando fiato a prevedibili critiche e contrasti, può essere controproducente per le possibilità di realizzazione stessa del progetto». E aggiunge: «Ribadisco, in assoluta serenità, che la strada più che un desiderio resta un sogno, che giustamente vogliamo tenere pronto per tempi migliori per non negarci mai prospettive di sviluppo, dato che l’impronta della nuova strada è legata anche e soprattutto alla possibilità di mettere in comunicazione le due valli. Siamo più che consapevoli delle difficoltà economiche e del fatto che per alcuni mesi il tracciato verrebbe chiuso per . Vogliamo però continuare a sperare e lavorare per questo.

L’Eco di – Giovanni Ghisalberti

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti RoncobelloFotografie Roncobello
EscursioniManifestazioniCartoline antiche – Scialpinismo Roncobello