Gatto_selvaticoOltre il Colle – È stato un ritorno inaspettato, dopo anni di assenza, quello del gatto selvatico, che prende dimora a nella Conca dell’Alben, diventando il simbolo del rilancio economico e turistico ormai prossimo del vasto comune brembano. “È una grande sorpresa – conferma il sindaco Valerio Carrara – che fa riflettere sul valore ambientale della nostra , da tutelare ed utilizzare come arma per la crescita prevista del paese”. Ancora non è certo, ma sembra che la vegetazione e la crescita esponenziale del numero di ungulati stiano dando nuova forma alla composizione faunistica locale. “Questo ci ha spinti ad elaborare un Pgt a misura di ambiente – precisa Carrara – in cui abbiamo favorito la creazione di collegamenti naturali che consentano agli di spostarsi per circa 40 chilometri quadrati di superficie su cui si estende Oltre il Colle”. La manutenzione dei e la crescita della flora fanno parte di un paesaggio incontaminato, dove a trarne beneficio sono anche le acque del fiume Parina. “Siamo tra i pochi paesi che ospitano sia la trota marmorata che quella salmonata – conferma il sindaco – e vista la loro abbondanza, in chiave sportiva e turistica, il settore ittico sarà uno dei prossimi traguardi che vogliamo raggiungere”.

Ormai pronto, infatti, il progetto che vedrà la realizzazione di vasche di decantazione per un’ulteriore pulizia del letto del fiume. “Abbiamo l’ok da parte del Genio Civile che acconsentirà al deposito di ghiaia sul letto del fiume – specifica Carrara – che grazie ai flussi della corrente consentirà una pulizia efficace e naturale dai detriti sottostanti”. Una serie di iniziative ambientali molto importanti, alle quali si aggiunge l’accordo raggiunto con la direzione del per la gestione della Cattedrale Vegetale. “Da oggi il monumento lo avremo noi in gestione, e ci occuperemo della sua manutenzione. In passato si era creata troppa confusione e non si capiva a chi fossero delegati determinati compiti”.

A coadiuvarne la gestione, ci saranno la pro loco locale e le associazioni. “Intendiamo renderla fulcro di molti eventi, che serviranno a promuovere sia la bellezza architettonica del sito, sia del paesaggio, con lo scopo di allargare la forbice turistica e riportare ad una frequenza assidua del paese già tutti i villeggianti che possiedono una seconda casa nel nostro comune”. Un obiettivo già sentito? Forse. Ma questa giocherà a favore il trend demografico. “Siamo riusciti a trattenere un bel gruppo di giovani, con tante idee e che hanno deciso di mettersi in gioco per il paese. Tutti sono abituati a sentir dire che le nuove generazioni vanno verso le città, qui invece è il contrario. Oltre il Colle vuole essere già nei prossimi tre anni un punto di forza della Valle ”.

Cristiano Gamba – NEWS

Alberghi, Hotel, ristoranti e Appartamenti a Oltre il Colle
Fotografie, immagini di Oltre il Colle e Zambla
Escursioni sui Sentieri di Oltre il Colle, Zorzone e Zambla
Sci-Alpinismo Monte Menna, Arera, Grem e Alben