Costa Serina – Dialogo, accertamento Ici e accorpamento delle scuole. Questi i tre argomenti che stanno scatenando un botta e risposta tra minoranza e maggioranza a . Attacca Umberto Cortinovis ’opposizione: «La difficile situazione economica imporrebbe lo sforzo di cercare unità d’intenti ma la maggioranza evita il dialogo». Il sindaco Paolo Cortinovis replica: «In tre anni non ci è mai stato richiesto un incontro». Il secondo tema, già dibattuto anche durante i Consigli comunali, è l’inserimento nel bilancio 2011 della cifra di 35 mila euro come rimborsi derivanti dagli accertamenti sull’Ici. Spiega Umberto Cortinovis della minoranza: «In sede di approvazione del bilancio di previsione 2011 avevamo manifestato grosse perplessità sull’inserimento di un importo così elevato. Per dimostrare come le nostre dichiarazioni fossero fondate ci risulta che sia pervenuta, sempre per accertamenti risalenti al periodo in discussione, una richiesta di rimborso per circa 150 mila euro che, se meritevole di accoglimento, porrà in grave difficoltà il Comune».

Risponde il sindaco: «Sono due fatti non collegabili: i 43 mila euro incassati sono il frutto dei brillanti risultati dell’ufficio tributi che nel 2011 ha accertato un’evasione Ici ben al di sopra dei 35 mila che avevamo previsto». Ultimo tema l’accorpamento della scuola di e di Costa Serina: «Si sarebbe dovuto attivare un dialogo con l’intero Istituto comprensivo e non solo tra i due Comuni così come vi era l’esigenza, prima di iniziare un percorso con la cittadinanza, di trovare un accordo ufficiale tra gli enti interessati evitando di generare preoccupazione tra i genitori». Spiega il sindaco: «Ogni passaggio è stato condiviso con l’istituto comprensivo, l’Ufficio scolastico provinciale, gli enti locali interessati ed il coinvolgimento dei genitori». E stasera, dalle 20,30, è previsto ancora Consiglio comunale. Tra gli argomenti il diritto allo studio, il regolamento per l’Imu e gli equilibri di bilancio.

Davide Cortinovis – L’Eco di