Olimpiadi-Valtorta-2013-25Valtorta – Domenica si riparte con le scolastiche di , e si ripete esattamente come avvenne cinquant’anni orsono. Il sindaco Piero che aveva portato in amministrazione una di giovani come lui – oggi sarebbero definiti i Piero boys – come primo atto amministrativo propose i Giochi olimpici dedicati ai ragazzi della scuola elementare. E probabilmente neppure lui allora era convinto che questa sua idea avrebbe generosamente germogliato fino a superare il mezzo secolo di proposizione festeggiato lo scorso anno. Via in archivio un glorioso passato, dunque, ed ecco una nuova serie, con promotore e motore Piero sempre sindaco e ora commendatore in non più in verde età ma sempre con l’entusiasmo dei suoi primi «vagiti» amministrativi, ovviamente con una squadra di «Piero boys» che si è rinnovata nei decenni tenendo lui saldamente in mano la barra del timone.

«Non si deve far caso alla mia persona – dice –. Mi limito a mettere a disposizione l’esperienza personale e a incitare i miei collaborati a tener fede a un impegno assunto tanti anni fa per promuovere Una l’idea dell’amicizia tra i ragazzi e le idee, se sono giuste, non tramontano mai, sono sempre fresche – dice lui se gli si chiede della continuità del fenomeno Olimpiadi –. Si guardi, invece, all’idea appunto, e ai protagonisti dei Giochi olimpici, appunto i ragazzi che sono sempre giovani ed entusiasti, pronti a recepire certi valori se glieli sai proporre nella maniera giusta.

Su tutti, in questo caso, il senso dell’amicizia sincera di cui c’è sicuramente più che mai bisogno nei tempi che stiamo vivendo, più ancora che nel passato. Ecco perché le Olimpiadi mantengono attualità avendo un futuro se noi adulti le sapremo proporre, e io ci sarò finchè la Provvidenza che non mette mai limiti mi consentirà di esserci». E si ricomincia la nuova serie, con il copione organizzativo collaudato nel lungo passato e lo stesso teatro di svolgimento,i Piani di Valtorta, un recesso di profondo fascino ambientale tra i boschi della Stabinapronti ad accogliere le migliaia di partecipanti di ogni anno dell’evento: i semplici giochi atletici, i tornei di calcio e pallavolo, il picnic e quanto di contorno alla manifestazione. Appuntamento dunque domenica a Valtorta rivolto a tutti coloro che vogliono vivere una giornata ispirata al più profondo senso dell’amicizia da vivere in serenità ed allegria.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di

Hotel, Alberghi e Appartamenti ValtortaFotografie Valtorta
EscursioniManifestazioniSciare a Valtorta Piani di BobbioCartoline antiche