Alpini di OrnicaLo sta scrivendo Calvi, ex sindaco di Piazza. Domani le celebrazioni. Sarà un libro, ancora in fase di stesura, a custodire le memorie e i documenti legati alla storia degli alpini di Ornica. La pubblicazione, che sarà realizzata grazie al lavoro di ricerca e di ricostruzione storica di Giacomo Calvi di Piazza Brembana, sarà un segno importante per questo anno in cui il gruppo festeggia i cinquant’anni di vita. La nascita nel 1957 del gruppo di Ornica, staccatosi da quello dell’alta Valle Brembana, avvenne il 25 aprile in una trattoria del paese, con la presenza del generale Calegari di Piazza Brembana. Erano in 12, quasi tutti Cavalieri di Vittorio Veneto e qualche giovane. Il desiderio di andare avanti in modo autonomo era grande e fu designato capogruppo Ermenegildo Milesi.

Una delle prime date importanti per il nuovo gruppo fu quella del gennaio 1961, quando fu inaugurata la lapide in ricordo dei Caduti della Seconda guerra mondiale. Furono il parroco, il vicesindaco e gli Alpini ad attivarsi per la progettazione e per la realizzazione della lapide. Il gruppo ha sempre lavorato per il paese, dando una mano là dove c’era qualcosa da sistemare: è stata recuperata la cappelletta della Sirta e spostata quella di Maria Bambina e importanti sono stati gli interventi sull’ex-ossario, sul monumento ai Caduti e per l’impianto di riscaldamento della Chiesa. Quando poi c’è da fare festa gli alpini di Ornica  non mancano mai: è loro l’organizzazione della giornata del boscaiolo e se c’è da far polenta non si tirano certo indietro. Dal 2002 il gruppo ha una bella sede, vicino al «Portech di Sancc», in uno stabile acquistato dal Comune di Ornica con uno spazio a piano terra dato in comodato agli alpini di Ornica.

Dalle prime riunioni in trattoria o in municipio sono passati 50 anni, i soci ora sono 23 e tre sono i soci amici. Forse qualcosa è cambiato nello spirito di un tempo, quando ancora si sentiva la guerra sulla pelle, ma resistono, nel cuore alpino, l’intraprendenza e l’amore per il proprio paese. Stasera a Ornica, dalle 19, si potrà gustare la cena alpina, con servizio di pizzeria e alle 21 musica e danze.

Domani mattina l’ammassamento è fissato per le 9.30 al santuario della Madonna del Frassino, alle 10.15 l’alzabandiera in onore dei Caduti e i discorsi ufficiali. Alle 11.00 la Messa nella parrocchiale  di Ornica e alle 12 in oratorio il rancio alpino.

Monica Gherardi – L’Eco di Bergamo

GALLERY FOTOGRAFICA 50° ANNIVERSARIO ALPINI ORNICA

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti a OrnicaFotografie, immagini di Ornica
Escursioni a OrnicaManifestazioni ed eventiCartoline antiche di OrnicaScialpinismo