Malore sul sentiero, muore pensionato di Santa Brigida

Santa Brigida Non commentato »

Santa Brigida – Sarebbe con tutta probabilità un malore improvviso la causa del decesso, avvenuto ieri, di Luciano Santi, 75 anni, pensionato di Santa Brigida. L’uomo aveva da poco cominciato una passeggiata insieme al fratello Sergio: i due si erano però separati e avevano imboccato due strade diverse per fare lo stesso giro ma, alla fine, l’amara scoperta. Sergio ha trovato il fratello Luciano a terra lungo il sentiero, in località Spressonello, a poche decine di metri dall’abitato di Santa Brigida, verso le 14,30. Luciano era appassionato di montagna spesso andava a farelunghe passeggiate. Anche il giro di ieri era un’escursione molto semplice e già affrontata parecchie volte. Il pensionato era molto conosciuto in paese e nei comuni vicini per via della sua partecipazione quale personaggio principale in diverse commedie proposte dalla compagnia teatrale di Santa Brigida.

CONTINUA ARTICOLO »

Annullata la Mula for Diego in Alta Valle Brembana

-La Valle Brembana Non commentato »

Alta Valle Brembana – Sindaci e Comunità montana non rilasciano l’autorizzazione e la manifestazione di trial a ricordo del campione Diego Bosis, in programma domani nelle valli di Mezzoldo e Averara, non si farà. Con rammarico sia degli organizzatori ma anche degli amministratori della Comunità montana che, nell’evento – alla 3a edizione – vedevano comunque una grande opportunità turistica per la valle. Alla base dell’annullamento del tour di 60 chilometri che, su sentieri e mulattiere avrebbe attraversato i comuni di Piazza Brembana, Olmo al Brembo, Santa Brigida, Averara, Cusio, Mezzoldo, Piazzatorre e Piazzolo, la mancanza di documentazione fornita dall’organizzazione, il «Trial team Tz» e il Moto club Bergamo.

CONTINUA ARTICOLO »

Mele brembane, la sagra dei record

Piazza Brembana Non commentato »

Mele-Valle-Brembana7Piazza Brembana – Un successo incredibile, in senso strettamente letterale. Complice il meteo, la due giorni dedicata alla Mela della Val Brembana ha fatto il pieno. «Quando siamo nati sette anni fa – sottolinea Pinuccio Gianati, vicepresidente dell’Associazione frutticoltori e agricoltori Valle Brembana (Afavb) – nessuno poteva ipotizzare un evento di questa portata». Almeno cinquemila persone hanno affollato (e apprezzato) gli stand allestiti nel centro e nel parco comunale di Piazza Brembana, dando l’assalto innanzitutto alle postazioni che proponevano Golden, Gala, Red Delicious, Renette (forse le più richieste) Florina, Fuji, Topaz e Granny.

CONTINUA ARTICOLO »

Uniacque non sfonda in Valle Brembana

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana – Uniacque batte alla porta, ma buona parte della Valle Brembana sembra non rispondere. Perché dei 37 comuni che fanno capo alla Comunità montana ben dieci (Averara, Branzi, Cassiglio, Cusio, Isola di Fondra, Olmo al Brembo, Piazzolo, Roncobello, Valleve e Vedeseta) per ora, non hanno aderito alla società bergamasca, mentre altri dieci (Blello, Camerata Cornello, Carona, Lenna, Mezzoldo, Ornica, Piazzatorre, Santa Brigida, Serina e Valtorta) che pure sono soci, gestiscono il servizio idrico per contro proprio (i 17 che aderiscono sono Algua, Bracca, Cornalba, Costa Serina, Dossena, Foppolo, Moio de’ Calvi, Oltre il Colle, Piazza Brembana, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Sedrina, Taleggio, Ubiale Clanezzo, Val Brembilla, Valnegra, Zogno). E se in vista del rinnovo del Cda fissato per il 29 luglio il comitato «Acqua bene comune» mette in guardia i Comuni brembani sul loro futuro – detto in sintesi: partecipare attivamente, per quanto possibile, alle scelte di Uniacque – molti sindaci sollevano gli scudi: «Perché dobbiamo affidare a un ente terzo un servizio che, nelle nostre mani, funziona benissimo?». Ma il problema non è solo questo. Per il comitato in difesa dell’acqua, che ha incontrato i sindaci della valle nella sede della Comunità montana, Uniacque sconta, Valli Brembana e Imagna fin dalla sua nascita, una debolezza patrimoniale. Come se non bastasse, la ricapitalizzazione stabilita dalla società lo scorso anno ha portato un aumento delle tariffe.

CONTINUA ARTICOLO »