Busi si ricandida: in sella dal ’60 è il sindaco da record nazionale

Valtorta Non commentato »

Valtorta – Allora, Busi, si ricandida anche questa volta? «Certo, mi dicono che sono un “dittatore”. Tanto vale farlo fino in fondo». E Valtorta, come peraltro ha scelto negli ultimi 54 anni, difficilmente dirà di no. Piero Busi, 81 anni il prossimo 30 giugno, si appresta a diventare il sindaco più longevo d’Italia, o forse lo è già. Eletto primo cittadino per la prima volta, a 27 anni di età, nel 1960 – dopo aver fatto cinque anni da consigliere – è stato sindaco per dieci mandati, interrotti solo dal 2004 al 2009 per il divieto del terzo incarico consecutivo. «Ma – precisa lui – in quella occasione chi doveva fare il sindaco lo decisi io». Dire, quindi, che, in quegli anni, Busi non comandasse come un sindaco, è veramente difficile.

CONTINUA ARTICOLO »

Piazzatorre, impianti al sicuro fino al 2016

Piazzatorre Non commentato »

piazzatorre-vagaPiazzatorre – Il futuro di Piazzatorre e, per chi ne è convinto, del suo turismo invernale poggiano, finalmente, su basi solide. Le basi si chiamano Imprese turistiche barziesi (Itb), società che da anni gestisce con successo gli impianti sciistici di Valtorta-Piani di Bobbio. E la solidità, almeno per ora, durerà fino all’aprile del 2016. Dunque, per altre due stagioni. Tutto ciò viene stabilito dalla convenzione,approvata nell’ultimo Consiglio comunale, che regola la concessione delle seggiovie. A questo punto manca solo la firma con Itb. Firma che, comunque, è data per scontata da entrambi gli attori dell’accordo. Massimo Fossati, amministratore delegato della società lecchese, si dice soddisfatto: «Piazzatorre ha sempre sofferto a ogni inizio di inverno l’incertezza sull’apertura degli impianti.

CONTINUA ARTICOLO »

Piani di Bobbio, una via per salire con le ciaspole

Valtorta Non commentato »

ciaspoleValtorta – «Dopo il percorso riservato di cinque chilometri a Ceresola, arriverà un tracciato ad hoc anche per risalire ai Piani di Bobbio ». La promessa arriva dal Comune di Valtorta e da Imprese turistiche Barziesi (Itb), la società di gestione delle seggiovie di Valtorta- Piani di Bobbio. Dovrebbe così concludersi la polemica nata alcune settimane fa a seguito dei divieti e delle multe inflitte dai carabinieri ad alcuni ciaspolatori che da Ceresola di Valtorta stavano salendo verso i Piani di Bobbio. La sezione Cai dell’alta Valle Brembana aveva protestato chiedendo, comunque nel rispetto della legge, maggiore flessibilità e un percorso riservato che consentisse la risalita fino ai Piani di Bobbio e ai suoi rifugi.

CONTINUA ARTICOLO »

Valtorta: una pista per le ciaspole, dopo le polemiche, la soluzione

Valtorta Non commentato »

ciaspole-3A Valtorta si può ciaspolare su un percorso dedicato. Fin da oggi, nella mattinata, se si riuscirà a completare la battitura del tracciato. Sicuramente da domani quando i ciaspolatori potranno percorrere in tutta tranquillità la pista di fondo dei Piani di Ceresola che è abbondantemente innevata (per i fondisti resta a disposizione quella a monte, ai Piani). L’idea di dedicare la pista di fondo alla pratica delle ciaspole è dell’amministrazione comunale di Valtorta competente perterritorio e della Imprese turistiche Barziesi (Itb), società di gestione della stazione sciistica Valtorta-Piani di Bobbio, e fa seguito alle polemiche dei Cai insorte dopo che per legge era stato vietato il passaggio dei ciaspolatori sulle piste da sci.

CONTINUA ARTICOLO »