Valserina – Acque nere, dopo dieci anni il collettore

Serina Non commentato »

Valserina – L’opera è di quelle prioritarie. Per l’ambiente ma anche per evitare pesanti sanzioni europee. È fissata per il 24 febbraio, nel municipio di Bracca, la conferenza di servizi tra Comuni ed enti interessati, per la presentazione, da parte di Uniacque, del progetto definitivo- esecutivo del primo lotto del collettore fognario della Val Serina. Interesserà il tratto che da Ambria di Zogno sale fino a Bracca. Un intervento atteso da anni, anzi, da almeno un decennio, visto che il primo accordo tra i cinque Comuni della Val Serina e la società di gestione del sistema idrico integrato (a cui, per ora, non ha aderito cedendo la propria rete il Comune di Serina), risale al 2005. Da allora, però, sono mancate le risorse e l’intervento è rimasto nel cassetto.

CONTINUA ARTICOLO »

Tra sconti e promozioni scatta la card per i giovani

San Pellegrino Terme Non commentato »

giovaniSan Pellegrino Terme – Sconti fino al 20% ma anche promozioni particolari in 86 esercizi commerciali di San Pellegrino e della Val Serina (Serina, Cornalba, Oltre il Colle, Bracca, Costa Serina): ristoranti, abbigliamento, farmacie, ma anche acconciature, tabaccherie, negozi di elettronica e computer, oreficerie, piscine e piste da sci. L’iniziativa della «Giovani card 2014», rivolta a chi ha dai 14 ai 35 anni, è del distretto del commercio «Fontium e mercatorum », che riunisce appunto i Comuni di San Pellegrino e della Val Serina. «Vuole essere un modo per valorizzare le attività commerciali della valle – spiega l’assessore ai Servizi sociali di San Pellegrino, Michele Pesenti – e legare i nostri giovani al territorio». La card, in corso di distribuzione via posta a tutti i giovani del distretto, sarà personale, non trasferibile e darà diritto agli sconti e alle promozioni nei negozi che hanno aderito (l’elenco completo si può trovare sul sito del distretto fontiumetmercatorum) e potrà essere utilizzata fino a dicembre 2014. «Con questa nuova offerta, che segue quella rivolta alle famiglie dell’anno scorso e sarà riproposta a marzo – spiega Pesenti – il distretto intende proseguire nella propria azione di promozione e valorizzazione del territorio e delle attività commerciali locali, con la certezza che dal mantenimento e dal rilancio di queste realtà potranno derivare benefici a favore di tutta Valli Brembana e Imagna la comunità». Proseguono anche gli incontri degli operatori del distretto, l’ultimo lunedì scorso a San Pellegrino.

CONTINUA ARTICOLO »

Ho portato lavoro in valle ma la strada mi danneggia

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Serina – Cinquantacinque dipendenti tra Oltre il Colle e Rosolo di Serina, un fatturato in aumento anche quest’anno, 20 mila serramenti realizzati nei primi 11mesi del 2013, un’automazione di altissimo livello e sei camion che ogni giorno vanno e vengono dall’azienda. Questa è la Serbaplast, società leader nei serramenti in pvc, guidata dal 1984 dal suo fondatore Ubaldo Balzi. Avrebbe potuto abbandonare il suo paese, invece era attaccato alla terra d’origine e qui ha costruito l’azienda, prima 4.000 metri quadrati a Oltre il Colle e sei anni fa altri 6.000 a Rosolo di Serina, poco a monte proprio della frana che da lunedì sera – e probabilmente fino alla primavera – dividerà in due la valle. Con grossi disagi per i pendolari e per le aziende. Soprattutto la sua.

CONTINUA ARTICOLO »

Eccidio di Cornalba l’Anpi commemora la Brigata XXIV Maggio

Cornalba Non commentato »

cornalba_invernaleCornalba – Torna l’appuntamento con la commemorazione dei partigiani della Brigata Giustizia e Libertà “XXIV Maggio”. Come ogni anno, l’ultima domenica mattina di novembre, il comitato provinciale bergamasco dell’Anpi ricorda i rastrellamenti perpetrati dai nazifascisti in Valbrembana. Il programma delle iniziative di domenica 24 novembre prevede: alle 8,30 il ritrovo al Palazzetto dello Sport a Bergamo in via Cesare Battisti, con la successiva partenza dell’autocolonna che, poi, salirà in valle. Lungo il percorso, si effettueranno alcune soste per omaggiare alcuni luoghi in cui i nazifascisti uccisero i partigiani, ovvero in prossimità delle lapidi di Zogno, Ambria, Algua e Rosolo.

CONTINUA ARTICOLO »