Trofeo-Nikolajewka-Lenna33 – È stata anche quest’anno folta la partecipazione alla manifestazione in ricordo della tragedia alpina di Nikolajewka, che si propone dal 1969 in alta Valle Brembana. La manifestazione si è svolta ieri per la 44a edizione a Lenna, nonostante la soppressione per mancanza di neve sulla pista di fondo a del momento sportivo. Qui si doveva disputare la gara sugli sci che avrebbe assegnato il prestigioso e ambitissimo trofeo al gruppo scarpone che si sarebbe meglio piazzato nella classifica della competizione riservata alle penne nere. Rammarico dunque per tale annullamento obbligato dalle bizze della meteorologia, che però è stato ampiamente compensato – ricambiando gli sforzi prodotti per l’organizzazione curata dal comitato promotore operante con la regia di Giovanni Curti e Roberto Boffelli – dalla larga presenza di alpini, di autorità, di cittadini dell’alto e pure dalle altre vallate che sentono profondamente il ricordo dell’epopea di Nikolajewka.

Da segnalare in prima battuta la presenza dei due reduci Antonio Calvi, classe 1919, e Pasquale Paleni, classe 1922, e quindi del cavalier Vincenzo Salvini, promotore nel 1969, con il compianto Armando Colombi, dell’evento, e quindi dei rappresentanti dell’Arma dei e della Forestale, del Club alpino italiano e della Fisi, e per l’Associazione nazionale alpini dei past president Alessandro Decio e Antonio Sarti e di numerosi consiglieri della sezione Ana , e di numerosi sindaci della valle. La manifestazione ha preso l’avvio con il corteo, con il gonfalone comunale, il labaro provinciale Ana e i gagliardetti di tutti i gruppi alpini altobrembani e altri ancora, che si è formato nei pressi del tempietto della Coltura per scendere fino al monumento ai Caduti di tutte le guerre per la deposizione di una corona d’alloro e l’omaggio ai Caduti.

Corteo che è stato ritmato dalle esecuzione della banda musicale di San Martino e preceduto da una rappresentanza della locale scuola elementare le cui insegnanti, con la regia della maestra Silvana Cattaneo Gambarelli, hanno curato l’allestimento di una mostra fotografica e documentaria sui fatti della campagna di Russia. Come doverosa prassi sono stati pronunciati i discorsi ufficiali, nell’ordine del presidente del comitato organizzativo della manifestazione Giovanni Curti, del capogruppo di Lenna Luigi Calegari, del sindaco di Lenna Jonathan Lobati, del presidente della di Valle Brembana Alberto Mazzoleni, di Carlo Macalli presidente della sezione di Bergamo dell’Associazione nazionale alpini, del consigliere nazionale Ana Giorgio Sonzogni. Nei discorsi è stato espresso un plauso convinto agli organizzatori dell’evento e l’esortazione a continuare nell’affermazione dei valori umani e civili per i quali combatterono le penne nere e su tutto del rifiuto della guerra e del perseguimento della pace, facendo ovvio riferimento ai terribili fatti che si stanno ora vivendo sul piano internazionale. E non è mancata la declamazione di una poesia vernacola dell’autore Sergio Fezzoli di . È seguita la consegna alle famiglie di targhe alla memoria di Carlo Castellani recentemente scomparso e reduce della Campagna di Russia e del disperso in quell’evento Carlo Paganoni, ambedue lennesi. La manifestazione si è conclusa con la Messa del ricordo celebrata dall’arciprete di San Martino Alessandro Beghini.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo

http://forum.valbrembanaweb.com/manifestazioni-valle-brembana-f90/lenna-raduno-alpino-trofeo-nikolajewka-t8732.html