Sesta Centralina sull’acqua, Ornica ora dice basta

Ornica 3 Commenti »

Ornica – La comunicazione è arrivata lo scorso mese dalla Provincia: la sesta richiesta, da società private, per costruire una centralina idroelettrica sul territorio di Ornica. Una corsa allo sfruttamento dei piccoli corsi d’acqua di montagna (che sta interessando tutta l’alta Val Brembana) a cui il Comune, però, sta cercando di porre un freno. Tre domande erano già state presentate per impianti in Valle Inferno, altre in Val Salmurano; l’ultima in ordine temporale, invece, sarebbe prevista nella vicina Val Chiassuro (una centralina, in località Fusinette, è già in funzione da anni, e da questa il Comune ricava una percentuale dei guadagni). «Non siamo contrari in maniera pregiudiziale alle centraline – spiega il sindaco di Ornica Gino Quarteroni – ma all’iter burocratico che esclude da qualsiasi decisione vincolante le amministrazioni comunali. Molte società arrivano senza coinvolgerci, altre, fortunatamente, instaurano con l’ente pubblico locale quanto meno un dialogo.

CONTINUA ARTICOLO »

Trofeo Nikolajewka, Alpini in campo per la 42ª edizione

-La Valle Brembana, Ornica Non commentato »

Alpini-OrnicaOrnica – Le penne nere dell’Alta Valle Brembana hanno risposto prontamente all’appello che da oltre quarant’anni a questa parte viene lanciato dal Comitato organizzatore del Trofeo Nikolajewka, che il prossimo anno coincide con il 70° del tragico evento consumatosi sulle nevi del Don durante il secondo conflitto mondiale. L’adunata è avvenuta a Ornica, paese che il prossimo 2013 ospiterà l’evento giunto alla 42ª edizione tra l’ultima settimana di febbraio e la prima di marzo. Una presentazione anticipata quella avvenuta nei giorni scorsi, ma il lavoro da svolgere è tanto. Hanno partecipato all’incontro i capigruppo altobrembani – ai quali sono stati assegnati gli incarichi per la messa in onda della manifestazione – e numerose penne nere e, tra le autorità, il presidente sezionale Carlo Macalli e il consigliere sezionale Gino Quarteroni di Ornica, il reduce di Russia Pasquale Paleni, Vincenzo Salvini organizzatore con il compianto Armando Colombi della prima edizione nel 1969, il sindaco Gino Ambrogio Quarteroni e numerose autorità civili dell’alta valle ed infine Emiliano Milesi, presidente dello Sci club Roncobello che si fa carico della gestione tecnica della gara sugli sci.

CONTINUA ARTICOLO »

Online il nuovo sito dell’Eco-Museo Centro Storico di Ornica

Ornica Non commentato »

OrnicaL’Ecomuseo Centro Storico – Borgo Rurale di Ornica sin dalla sua istituzione ha coinvolto l’intera comunità allo scopo di garantire in modo continuativo, sul magnifico territorio di Ornica, le funzioni di salvaguardia, conservazione, rivalutazione e promozione della cultura tipicamente contadina del luogo, con recupero delle tradizioni e dei modi di vita che si sono succeduti nel corso dei secoli. La cooperativa “Donne di montagna” garantisce l’ospitalità diffusa all’interno del piccolo borgo e delle baite disseminate sul territorio; un fitto programma di iniziative e appuntamenti anima il calendario annuale con sagre, dimostrazioni, visite guidate e cene itineranti.

CONTINUA ARTICOLO »

Olmo al Brembo, lo scuolabus? Per risparmiare guida la mamma

Ornica 1 Commento »

Ornica, 8 ottobre 2012 – La storia è questa. Il comune di Ornica, minuscolo paese della Valle Brembana, con meno di 200 abitanti, attualmente alle sue dipendenze ha un solo impiegato. E come se non bastasse, le risorse economiche sono ridotte all’osso. Per la serie: qui non c’è più trippa per gatti e bisogna arrangiarsi. Ed è stato così che da settembre, da quando è iniziato il nuovo anno scolastico, la signora Laura Hughes, 42 anni, origini very english (è nata a una ventina di chilometri da Londra), sposata e madre di tre figli, arrivata a Ornica nel 2004, si è trasformata in autista del pulmino che ogni giorno porta otto bambini a scuola, a Olmo al Brembo, a una decina di chilometri di distanza. «Sei, compresi i miei tre figli frequentano le elementari, altri due la materna — spiega la signora Laura.

CONTINUA ARTICOLO »