I pescatori affilano l’amo, Domenica riapre la stagione

-Il fiume Brembo Non commentato »

pesca Si apre domenica mattina all’alba la stagione di pesca per molti dei circa ventimila appassionati bergamaschi. Dalle 6,30 scatterà, infatti, la possibilità di immergere le lenze nelle acque dette di «tipo B», che includono tra l’altro i fiumi Serio e Brembo con relativi affluenti, il torrente Borlezza, gli immissari del lago d’Iseo e i laghi alpini. Gettare l’amo è consentito da un’ora prima del sorgere del sole a un’ora dopo il tramonto. La nuova stagione di pesca porta con sé una significativa novità: la Provincia – dove il settore fa capo all’assessore Alessandro Cottini – ha, infatti, deciso di introdurre per la prima volta l’utilizzo del tesserino segna-pesci, su cui i pescatori potranno indicare gli esemplari catturati delle varie specie.

CONTINUA ARTICOLO »

Lenze pronte, scatta la stagione della pesca

-Il fiume Brembo Non commentato »

Domenica, alle 6,30, si apre la stagione di pesca nelle acque pregiate, quelle popolate principalmente e naturalmente da salmonidi che il calendario di pesca classifica di tipo «B». Gli oltre 20 mila pescatori bergamaschi potranno calare le lenze nel fiume Brembo, fino alle sorgenti, nel fiume Serio, nell’Oglio superlacuale, nel torrente Borlezza, nei torrenti Supine, Guerna, Bragazzo, Sonna e relativi affluenti, negli immissari del lago d’Iseo e del lago d’Endine e nei laghi alpini situati sotto i 1.500 metri di quota. La stagione di pesca nelle acque pregiate si protrarrà fino alle 18 di domenica 3 ottobre e successivamente potrà continuare solo nelle zone di pesca invernale: il lago di Carona, il torrente Serina in Comune di Bracca e il torrente Imagna nei Comuni di Capizzone e Strozza.

CONTINUA ARTICOLO »

Una fotografia fa il punto sulle perle d’alta quota

-La Valle Brembana Non commentato »

Le Orobie sono costellate da una miriade di laghetti alpini di grande interesse, non solo naturalistico e scientifico, ma anche turistico e, in alcuni casi, piscatorio. Nel nuovo cd rom della Provincia – «Fauna ittica e ambienti acquatici» – c’è anche il rapporto sullo stato di queste perle d’alta quota, alcune habitat ideale degli anfibi, non tutte adatte alla vita dei pesci. Tra quelli con una popolazione ittica significativa, ce ne sono alcuni tra i più noti, mete di escursionisti in quasi tutte le stagioni, dai Laghi Gemelli in Valle Brembana al bacino del Barbellino in alta Valle Seriana, che con la sua superficie oscillante tra i 55 e i 20 ettari (secondo la stagione) e i 66 metri di profondità, è il maggior lago alpino della provincia, popolato da trota fario, trota iridea e il salmerino di fonte.

CONTINUA ARTICOLO »

È stata un’annata per pescatori esperti

-Il fiume Brembo Non commentato »

Le piogge hanno favorito gli sportivi. Si è chiusa la stagione di pesca. Nei fiumi e nei torrenti principalmente e naturalmente popolati dai salmonidi la pesca rimane chiusa sino alla prossima ultima domenica di febbraio. Le sponde dei laghi alpini degli immissari del lago d’Iseo, degli immissari del lago di Endine, del torrente Borlezza, del fiume Oglio superlacuale, del fiume Serio sino al Ponte Vecchio di Nembro e del fiume Brembo fino a Ponte San Pietro sono off-limit agli apposssionati della lenza.

CONTINUA ARTICOLO »