Dopo parapiglia e denunce, Serina aspetta l’esito del voto

Serina Non commentato »

Serina – Cresce il clima di tensione a Serina, in attesa dei risultati elettorali di oggi. Nell’ultima settimana di campagna c’è stata un’escalation di episodi che ha visto contrapposte le due liste in gara, fino a venerdì sera, quando c’è stato anche uno scontro fisico tra candidati. «Mi si è scagliata contro a notte fonda», denuncia Michele Villarboito, sindaco uscente, candidato sindaco ad Aviatico e candidato consigliere a Serina, nella lista Lega Nord capeggiata da Giovanni Fattori. Lei, Francesca Scanzi, 24 anni, candidata nella lista «Futuro&Tradizione», sostiene di aver solamente lanciato un’accusa di «assenza di maturità » ai leghisti per aver riempito di volantini la ringhiera di casa di Andrea Tiraboschi, aspirante sindaco del suo gruppo. È stata una vigilia elettorale ad alta tensione, tra urla, minacce e insulti, finita per la ragazza al Pronto soccorso dell’Ospedale di San Giovanni Bianco. Villarboito il giorno successivo si è invece recato alla caserma dei carabinieri di Serina per depositare una denuncia per ingiurie e minacce contro la ragazza, contro il candidato sindaco Tiraboschi e i familiari di lui. Le versioni della notte «brava» non sembrano collimare perfettamente.

CONTINUA ARTICOLO »

Imprese e Turoldo insieme per progetti senza problemi

Zogno Non commentato »

Zogno – Se vuoi l’innovazione, devi cercare qualcuno che guardi i problemi da un punto di vista insolito. Se ti rivolgi a chi ha esperienza, avrai la soluzione ma all’interno di regole note. Per innovare occorrono menti fresche». Parola dell’ingegner Michel Rinaldi della Smi di San Giovanni Bianco, che tre anni fa ha affiancato la prima classe del neonato indirizzo di meccatronica dell’istituto tecnico del Turoldo di Zogno. Un percorso di 20 ore all’anno, fino in quinta, per portare i ragazzi a organizzare la testa per il problem solving tecnologico. «Si parte dal modo di raccogliere informazioni e come organizzarle, al lavoro di gruppo su un problema vero, preso dall’azienda. Anno dopo anno, affiniamo l’aspetto tecnico fino ad arrivare alla progettazione e alla produzione di un prototipo di macchina. Ma già ci sono alcuni risultati, come saper connettere le materie che si studiano, aver capito che materie teoriche come la fisica servono poi per progettare…».

CONTINUA ARTICOLO »

Scaglia di Brembilla prosegue la battaglia, Venerdì assemblea pubblica

Brembilla Non commentato »

Brembilla – Dopo lo sciopero ben riuscito della scorsa settimana, la prossima tappa nella difficile vicenda della Scaglia srl di Brembilla prevede il coinvolgimento anche delle sigle sindacali metalmeccaniche di Cgil e Cisl: insieme a Fiom e Fim, infatti, le sigle di categoria Fillea Cgil e Filca Cisl hanno chiesto formalmente un incontro congiunto con la dirigenza sia di Scaglia srl che della metalmeccanica Elatech srl, anch’essa parte del medesimo Gruppo. Interpelliamo anche la dirigenza di questa azienda metalmeccanica perché al momento ci risulta essere l’unica del Gruppo Scaglia che potrebbe essere interessata alla cessione di ramo d’azienda: notizie certe non ne abbiamo, ma i lavoratori rivendicano chiarezza per il loro futuro” spiegano Ivan Comotti della segreteria provinciale Fillea Cgil e Silver Facchinetti, operatore della Filca Cisl.

CONTINUA ARTICOLO »

Sciopero alla Scaglia “Licenziamenti ingiusti, così territorio più povero”

Brembilla 1 Commento »

Brembilla – Si sciopera alla Scaglia srl di Brembilla dove lavoratori, Rsu, Fillea Cgil e Filca Cisl chiedono che vengano ritirati due licenziamenti individuali effettuati applicando la nuova normativa Fornero. “Chiediamo anche l’avvio di un confronto sindacale sui presunti esuberi e sulla gestione degli ammortizzatori sociali e l’inizio di un confronto vero sugli assetti organizzativi e societari dell’azienda visto che all’incontro di martedì la Direzione aziendale non ha voluto affrontare il tema” specificano Ivan Comotti della segreteria provinciale Fillea Cgil e Silver Facchinetti, operatore della Filca Cisl. “Ci rammarica il fatto che anche l’ennesimo tentativo per scongiurare lo sciopero sia andato a vuoto per le posizioni rigide dell’azienda”.

CONTINUA ARTICOLO »