Piazza Brembana, Casa di riposo sempre più grande

Piazza Brembana Non commentato »

Piazza Brembana – Nuovi spazi, nuovi servizi, ampliamenti, donazioni che arrivano, progetti continui. In tempi di tagli ai servizi pubblici, soprattutto quelli socio-sanitari – e la Valle Brembana ne sa qualcosa – le iniziative che continuano a venire avanti al centro sociale Don Palla di Piazza Brembana non possono che fare notizia. E rappresentare un punto di riferimento per l’alta valle e non solo. «Poco prima o dopo Pasqua, quindi verso aprile – spiega il presidente della casa di riposo “Don Palla” Piero Busi, 81 anni, sindaco di Valtorta da quando ne aveva 30 – inaugureremo l’ampliamento della struttura. Un intervento di circa un milione di euro». Dopo un anno di lavori stanno per essere conclusi un grande salone da 211 metri quadrati (con grandi vetrate che daranno verso l’esterno, «perché l’ospite deve sentirsi aperto al mondo, non rinchiuso tra quattro pareti», dice Busi), una nuovissima sala mensa da 80 metri quadrati e un blocco di servizi igienici. «In futuro voglio che il nostro centro non sia più chiamato casa di riposo – continua Busi –.

CONTINUA ARTICOLO »

A Piazza Brembana posteggi a pagamento sul viale

Piazza Brembana Non commentato »

Piazza Brembana – Il via da dicembre, il costo sarà di 80 centesimi l’ora, con un minimo di 20 centesimi per 15 minuti. Se ci si fermerà non più di dieci minuti, la sosta sarà gratuita. Il ticket si dovrà pagare tutti i giorni, dalle 9 alle 12 e dalle 14,30 alle 20. Il parcheggio a pagamento nel centro storico di Piazza Brembana (via Belotti, parte di via Sante Calvi e di via Fratelli Calvi, per circa 80 posti) è arrivato come un fulmine a ciel sereno Sollevando un polverone di proteste. Eppure il sindaco, Geremia Arizzi, sostiene che la proposta sarebbe partita proprio da alcuni commercianti. Ma buona parte di loro, invece, si dichiara contrarissima. «Molti dei negozianti sulla via – spiega il primo cittadino – lamentavano che diverse auto venivano lasciate parcheggiate per tutta la giornata, nonostante il disco orario. Il vigile c’è solo a luglio e agosto o in alcune occasioni, quindi qualcuno se ne approfitta, sapendo che non prenderà multe. Finora non eravamo mai intervenuti, confidando in un maggior senso civico che, invece, è venuto a mancare. Con il ticket si favorirà il ricambio e quindi si favoriranno proprio le attività commerciali».

CONTINUA ARTICOLO »

Malore sul sentiero, muore pensionato di Santa Brigida

Santa Brigida Non commentato »

Santa Brigida – Sarebbe con tutta probabilità un malore improvviso la causa del decesso, avvenuto ieri, di Luciano Santi, 75 anni, pensionato di Santa Brigida. L’uomo aveva da poco cominciato una passeggiata insieme al fratello Sergio: i due si erano però separati e avevano imboccato due strade diverse per fare lo stesso giro ma, alla fine, l’amara scoperta. Sergio ha trovato il fratello Luciano a terra lungo il sentiero, in località Spressonello, a poche decine di metri dall’abitato di Santa Brigida, verso le 14,30. Luciano era appassionato di montagna spesso andava a farelunghe passeggiate. Anche il giro di ieri era un’escursione molto semplice e già affrontata parecchie volte. Il pensionato era molto conosciuto in paese e nei comuni vicini per via della sua partecipazione quale personaggio principale in diverse commedie proposte dalla compagnia teatrale di Santa Brigida.

CONTINUA ARTICOLO »

Annullata la Mula for Diego in Alta Valle Brembana

-La Valle Brembana Non commentato »

Alta Valle Brembana – Sindaci e Comunità montana non rilasciano l’autorizzazione e la manifestazione di trial a ricordo del campione Diego Bosis, in programma domani nelle valli di Mezzoldo e Averara, non si farà. Con rammarico sia degli organizzatori ma anche degli amministratori della Comunità montana che, nell’evento – alla 3a edizione – vedevano comunque una grande opportunità turistica per la valle. Alla base dell’annullamento del tour di 60 chilometri che, su sentieri e mulattiere avrebbe attraversato i comuni di Piazza Brembana, Olmo al Brembo, Santa Brigida, Averara, Cusio, Mezzoldo, Piazzatorre e Piazzolo, la mancanza di documentazione fornita dall’organizzazione, il «Trial team Tz» e il Moto club Bergamo.

CONTINUA ARTICOLO »