Cusio, bimbo di 8 anni trovato morto in montagna, scomparsa la mamma

Cusio Non commentato »

Cusio – E’ giallo sulla morte di un bambino di 8 anni trovato cadavere giovedì sera in una tenda da campeggio a Cusio, sui piani dell’Avaro: aveva raggiunto la località dell’alta Val Brembana qualche ora prima con la madre, di cui non si hanno più tracce. L’allarme è stato lanciato da un pastore della zona, il quale intorno alle 20 ha visto la tenda, posizionata in una zona poco adatta al campeggio: si trovava a circa mezz’ora dall’albergo-rifugio “Monte Avaro”, a 1850 metri d’altezza, nei pressi di un sentiero.

CONTINUA ARTICOLO »

Cani pastore in gara “Chi li picchia non sa insegnare”

Cusio Non commentato »

Cusio – «Quanto accaduto al passo di Crocedomini è assurdo ed esecrabile. Il legame che si crea tra il pastore e il suo cane da lavoro è ancora più forte di quello tra una persona e un semplice cane da compagnia. E gli alpeggiatori non sono assolutamente così». La condanna, ieri ai Piani dell’Avaro di Cusio – dove si disputava l’11° campionato di cani da pastore – è stata unanime. Del malgaro che a metà luglio, a Breno, nel Bresciano, ha ucciso a bastonate e sassate il suo cane perché divenuto mordace e poco utile al lavoro, quasi non si vuole parlare. Perché un gesto del genere – dicono gli allevatori e alpeggiatori – non fa parte della nostra cultura. Un gesto che però, a Breno, ha convinto il Comune ad annullare la storica gara dedicata proprio ai cani da pastore, manifestazione storica che si svolgeva dal 1988.

CONTINUA ARTICOLO »

Contadini e turismo, in una tesi la ricetta anti spopolamento

Piazza Brembana Non commentato »

Piazza Brembana – Lo sviluppo del turismo e dell’agricoltura fermerà il fenomeno dello spopolamento dell’alta Valle Brembana. A dirlo sono gli abitanti che hanno partecipato a un’indagine che stasera, alle 21, sarà presentata nel salone polivalente di Piazza Brembana. Frutto di un corposo lavoro di ricerca, l’indagine era il cuore della tesi di laurea «Le terre alte tra conservazione e valorizzazione. Il caso dell’alta Valle Brembana occidentale » di Eleonora Arizzi, insegnante e collaboratrice del nostro giornale, alla facoltà di lettere dell’Università degli studi di Bergamo. «Nella precedente laurea in scienze dell’editoria avevo realizzato un’indagine per verificare la comprensione e l’utilizzo del dialetto tra i giovani del mio paese – dice la 29enne di Lenna – e l’obiettivo era di fare una tesi che mettesse di nuovo sotto i riflettori il territorio in cui vivo». L’indagine analizza la percezione della qualità della vita in montagna e per raccogliere le informazioni è stato creato un questionario ad hoc, sia in formato cartaceo sia compilabile via web, al quale hanno aderito 430 persone sul bacino del ramo ovest dell’alta valle Brembana.

CONTINUA ARTICOLO »

Sci, dopo Foppolo riapre anche la strada per l’Avaro

-La Valle Brembana Non commentato »

Alta Val Brembana – Stazioni sciistiche tutte aperte il prossimo fine settimana, in Valle Brembana, dopo le abbondanti nevicate dei giorni scorsi. E il sole del fine settimana lascia presagire buone presenze. «Il prossimo weekend – spiegano dal comprensorio di Brembo Ski (Foppolo, Carona e San Simone) – si preannuncia, stando alle previsioni meteo, all’insegna del bel tempo con alta pressione e freddo in arrivo. Anche la strada provinciale che, nei giorni scorsi, aveva preoccupato i tecnici della Provincia, ora non desta più nessun timore e il transito è ormai da giorni aperto senza nessuna restrizione di orario. Tanta è la neve accumulata sulle piste del comprensorio con punte che arrivano a 340 centimetri alle quote più alte».

CONTINUA ARTICOLO »