Valle Brembana, la popolazione al minimo storico

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana – Mai così pochi. La Valle Brembana, alla fine del 2013, contava 42.920 residenti. La popolazione, per la prima volta, è scesa sotto la soglia dei 43 mila, cifra sopra la quale si è sempre attestata negli ultimi 15 anni, visto che ancora nel 1999 si contavano in valle 43.541 abitanti, con andamento altalenante negli anni successivi. Salvo, quindi, alcune annate in cui si è registrata una leggera inversione di tendenza, il trend demografico brembano continua inesorabilmente a essere di segno negativo. «È tutta la montagna che si spopola e non solo la Val Brembana», si dirà. Eppure nella vicina Valle Imagna la tendenza è contraria, ovvero negli ultimi anni si è assistito a un aumento, con la popolazione che ha superato i 30 mila residenti.

CONTINUA ARTICOLO »

Asini boom, puliscono e il loro latte va a ruba

Camerata Cornello Non commentato »

asiniCamerata Cornello – Gelato, ma anche biscotti, cioccolatini e cosmetici. Col latte d’asina si fare pure questo. Ma soprattutto viene dato a bambini intolleranti al latte vaccino. E con gli asini si recupera il territorio, quello più abbandonato. Aiutando anche i piccoli comuni di montagna, in difficoltà a tenere i pascoli ormai invasi da sterpaglie o dal bosco che avanza. Questo fa il Consorzio orobico bianco latte d’asina (Cobla) nato da circa un anno per iniziativa di Francantonio Belotti di Camerata Cornello e Mario Pucci di Albino. A loro, poi, si sono aggiunti l’azienda agrituristica Paganì di Oltre il Colle, Mario Fucili di Cene e Luigi Cattani di Strozza . Belotti, da circa due mesi, ha aperto il suo laboratorio di mungitura in una stalla a Olmo al Brembo («grazie alla disponibilità della proprietaria di Milano») e, in questi anni, è diventato il punto di riferimento dei consorziati per l’utilizzo degli asini nella pulizia dei pascoli. E ora, di fronte all’aumento di richiesta, lancia l’appello a singoli o aziende che, nella loro attività, tengono generalmente alcuni ciuchi: il laboratorio di mungitura è a disposizione della valle, portate pure qui i vostri animali.

CONTINUA ARTICOLO »

E la Valle Averara rinnova il volume scritto 15 anni fa

Santa Brigida Non commentato »

Presentazione-Libro-S-Brigida10Santa Brigida – È stato presentato nei giorni scorsi il libro «Santa Brigida e l’antica Valle Averara», promosso dal Comune. «In questo periodo – ha detto il sindaco Carluccio Regazzoni – dove i media e la globalizzazione tendono a distruggere e a far dimenticare le nostre radici e le nostre tradizioni, questo libro deve divenire patrimonio unico per la famiglia che lo possiede ed essere eredità culturale e spirituale per figli e nipoti, quale testimonianza di appartenenza ad una comunità». Alle parole del sindaco sono seguiti gli interventi dell’onorevole Giacomo Stucchi, dell’assessore regionale Daniele Belotti e degli assessori della Provincia Giovanni Milesi e Silvia Lanzani. Il volume segue, a 15 anni di distanza, quello edito nel 1998.

CONTINUA ARTICOLO »

Arretrati Ici, a Cassiglio arrivano 57 mila euro

Cassiglio Non commentato »

cassiglio1Cassiglio  – Una boccata d’ossigeno in un periodo di grande difficoltà economica per il Comune di Cassiglio, che incasserà da Italgen 57 mila euro. Nelle scorse settimane, infatti, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la proposta della società, proprietaria dello sbarramento del lago, oltre che di condotte, canali e un impianto verso il territorio di Ornica: riscuotere una cifra significativa, equivalente agli arretrati Ici (ora Imu) degli ultimi sei anni. Contenzioso dal 2005 A incassare per primo in alta Valle Brembana è stato il Comune di Mezzoldo. Ora è la volta di Cassiglio. Ma il contezioso tra iComuni e la proprietaria degli impianti idroelettrici ha inizio nel 2005, quando la legge ha stabilito in modo definitivo cosa sia considerato ai fini della rendita catastale per le centrali.

CONTINUA ARTICOLO »