Dossena, 50 anni con il tamburello Festa e premiazioni

Dossena Non commentato »

Dossena – Il nome di Dossena è sinonimo di esperienza, qualità e serietà nell’ambiente tamburellistico. In questo paese lo sport del tamburello è un fatto consolidato tant’è che la stragrande maggioranza degli abitanti ne conosce le regole, i segreti e gli umori. La società locale annovera una infinità di vittorie in tantissime manifestazioni da farne una delle più titolate tra quelle della nostra provincia. A Dossena insomma, il tamburello trova una delle sue migliori realtà nella Bergamasca sia per la partecipazione degli appassionati che ne seguono le vicende agonistiche, sia per il numero di coloro che lo praticano e per il mezzo secolo di attività consecutiva che vanta la locale società.

CONTINUA ARTICOLO »

Dalla Val Brembana parte la rivincita della Bruna alpina

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana – La vacca Bruna alpina tornerà regina delle nostre montagne? Per ora è soprattutto un auspicio ma si sono messe le basi: con i primi capi che stanno per essere riconosciuti ufficialmente dall’Associazione provinciale allevatori in un registro anagrafico. Premessa: fino ancora a vent’anni fa circa, nella nostra provincia, in montagna e in pianura, gli allevamenti bovini erano di Bruna alpina, ovvero la razza originaria, nata in Svizzera, con il latte della quale per decenni e oltre, si sono prodotti i formaggi orobici diventati poi famosi nel mondo, dal Taleggio al Formai de mut, dal Bitto al Branzi. Ma già dal 1940, in Italia, e quindi anche da noi, venne introdotta la Brown Swiss, un incrocio americano della Bruna alpina, con un’attitudine più lattifera rispetto all’originale. In sostanza produceva più latte e, perciò, in nome del commercio e del profitto, la Bruna alpina originale, più rustica e adattabile all’alpeggio, ma meno lattifera, venne «insanguata» con la razza oltreoceano.

CONTINUA ARTICOLO »

Agriturismo Ferdy a Mela Verde (Canale5): Razze di Tradizione

Lenna 1 Commento »

mela-verdeLenna – Ellen Hidding questa settimana sarà in Val Brembana, precisamente all’Agriturismo Ferdy, per presentarci uno dei pochi allevatori che ha scelto negli anni di continuare ad allevare le razze animali più caratteristiche e tradizionali del suo territorio, evitando così la loro estinzione. Una missione volta al recupero della storia e della tradizione della valle Brembana. Inizieremo conoscendo la capra Orobica, un animale rustico che produce poco latte, ma di qualità, ed è un’abile arrampicatrice, perfetta per tenere in ordine i pascoli dove nessun altro animale può arrivare. Continueremo conoscendo la vacca di razza Bruna Alpina Originale, animale perfetto per la montagna, pensate che questa particolare razza oggi è considerata quasi estinta, solo pochi allevatori hanno portato avanti questo allevamento mantenendola fino ad oggi.

CONTINUA ARTICOLO »

Bracca: Il Consiglio si scalda sui lavori di Uniacque

Bracca Non commentato »

Bracca – È stata un’interpellanza presentata dalla minoranza «Bracca incomune» a scaldare l’ultima seduta del Consiglio comunale di Bracca. Al centro della discussione i lavori, attualmente in corso, del collettore fognario sulla strada provinciale tra Ambria e il bivio per Bracca e la disponibilità, che l’Amministrazione ha dato, del parcheggio dell’ex «Albergo Fonte Bracca» come deposito dei mezzi, delle attrezzature e dei materiali della ditta Antonini Srl che sta eseguendo l’intervento. Il sindaco Ivan Berlendis ha illustrato che, a pochi giorni dalla partenza del cantiere, il Comune è stato interpellato da Uniacque e dalla ditta esecutrice chiedendo la possibilità di utilizzare gli spazi dell’ex albergo di proprietà comunale.

CONTINUA ARTICOLO »