ornicaOrnica – Da una parte Ambrogio (Gino) Quarteroni, classe 1951, in amministrazione dal 1990, sindaco in carica, dall’altra Alessandro Seghezzi, classe 1946, anche lui già primo cittadino di dal 1978 al 1985. Il piccolo paese dell’alta Valle , con 170 abitanti, si prepara alle elezioni amministrative di domenica con due sfidanti che ben conoscono il funzionamento della macchina amministrativa, ma con una visione dello sviluppo futuro del paese differente. Seghezzi parla in primis di politiche e programmazione più vasta e non limitata al singolo comune, con la volontà di accorpare Ornica a un ente che raggruppi l’intera realtà territoriale dell’alta Valle (o comunque non limitata al singolo territorio comunale).

«Non ha senso un Comune con un numero così ridotto di residenti – dice Seghezzi, ex libraio su viale Papa Giovanni a –. Occorre però mantenere sul territorio un punto di riferimento istituzionale per i cittadini,potremmo definirlo “sportello del cittadino”. Che senso ha ad esempio realizzare un Pgt unicamente per il Comune di Ornica. Occorre una programmazione su vasta scala ». All’interno del programma elettorale di «Rinascimento Ornica» con a capo Seghezzi, troviamo la volontà di portare in Amministrazione trasparenza, la modifica della struttura comunale, una migliore gestione di impianti e di proprietà comunali. Spazio anche ai giovani con politiche specifiche. «Un capitolo importante del mio programma è il lavoro – prosegue Seghezzi –. Attraverso finanziamenti sovraccomunali vogliamo recepire risorse che incentivino l’allevamento, il turismo, la rivalutazione della coltivazione dei piccoli frutti e della coltura montana». Quarteroni, a capo della lista «Vivere Ornica», ribadisce come «è necessario mantenere i servizi essenziali.

La presenza del Comune permette di garantire una presenza basilare dei servizi, cosa che in altro modo, scomparirebbero». Nel programma di Quarteroni trova particolare spazio l’attenzione alla persona, quindi una stretta collaborazione con il volontariato locale. Quarteroni pone l’accento anche sulla continua e sul sostegno dell’albergo diffuso e dell’ecomuseo quindi il turismo come di reddito e lavoro per Ornica. «Nella lista ho coinvolto alcuni giovani – conclude Quarteroni – con l’obiettivo di fare esperienza e farli appassionare alla cosa pubblica».

L’Eco di Bergamo

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti a OrnicaFotografie, immagini di Ornica
Escursioni a OrnicaManifestazioni ed eventiCartoline antiche di OrnicaScialpinismo