Don Mazzi, probabilmente il più noto sacerdote italiano, sarà ospite al Cinema Trieste di il prossimo martedì 1 febbraio: a partire dalle 20.30, si terrà un dibattito con giovani e famiglie sui temi della vita, della droga, dell’alcolismo e sulla cultura dell’abbandono.

All’incontro, organizzato dall’Oratorio san Giovanni Bosco di Zogno, interverranno il Provveditore degli studi di prof. Luigi Roffia e il dirigente dell’Istituto “D. M. Turoldo” di Zogno prof. Gualtiero Beolchi.

La serata sarà moderata da Luca Viscardi di Radio Number One. Fondatore della comunità Exodus, impegnato da sempre nel sociale, don Mazzi è una delle personalità più conosciute in Italia; la sua voglia di aiutare i meno fortunati e le persone con dei problemi di tossicodipendenza l’ha portato nei quattro angoli del mondo, facendolo conoscere al grande pubblico. Il suo modo spiccio di affrontare la vita è diventato un marchio di fabbrica; don Mazzi è però soprattutto un pedagogo, ambito in cui gli sono state conferite negli anni tre lauree honoris causa. Da poco diventato ottantenne, don Mazzi non pensa certamente a ritirarsi, o perlomeno a condurre una vita più consona ad un’età tanto invidiabile. Del resto, il motto della comunità Exodus, scelto anche come slogan per la serata di Zogno, è eloquente: “Riservato a chi ha una tremenda voglia di vivere”.

Bergamo NEWS

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a ZognoFotografie immagini di ZognoEscursioni sui sentieri di ZognoManifestazioni a Zogno in media Valle Brembana