– I lavori per la realizzazione della variante di sono stati completati per il 31 per cento e, dunque, la potrà essere aperta al traffico nel 2014, come previsto. Lo ha confermato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Andrea Gilardoni, durante una visita al cantiere insieme al consigliere regionale Raffaele , al presidente della e al vice presidente e assessore provinciale a Viabilità e Trasporti Giuliano Capetti.

«I lavori procedono – ha commentato durante il sopralluogo istituzionale in cantiere del 15 novembre il presidente della Provincia Ettore Pirovano -. Si procede a due metri al giorno per la galleria. L’opera è attesa da anni, ora possiamo crederci insieme ai cittadini della Valle Brembana. Credo che nel giro di due anni potranno passare le auto»

«Ho voluto personalmente rendermi conto – ha detto Gilardoni – di come procede quest’opera tanto importante per la , ma anche per rassicurare i cittadini che l’attenzione della Regione nei loro confronti è sempre alta. Questa strada renderà il traffico più fluido e contribuirà a rilanciare lo sviluppo economico di questo territorio anche grazie al turismo, per il quale la Giunta regionale è impegnata su due importanti fronti: il rilancio delle Terme di San da una parte e l’ammodernamento del comprensorio sciistico dell’alta valle dall’altra, per il quale il presidente Formigoni ha recentemente sottoscritto un accordo del valore di 40 milioni di euro».

L’opera punta a velocizzare il traffico tra la media e l’alta Valle Brembana. Il progetto prevede la realizzazione di un tracciato a carreggiata semplice di 4,5 chilometri con due gallerie naturali rispettivamente di 600 e 1.700 metri. Il costo della variante è di 44,4 milioni di euro (contro i 61,4 milioni previsti dal progetto iniziale) e la copertura finanziaria sarà garantita per 8,018 milioni dalla Provincia di Bergamo (18 per cento) e per 8,382 milioni con fondi della Legge (19 per cento). I rimanenti 28 milioni (pari al 63 per cento del totale, di cui 9,937 già disponibili sul bilancio attuale e i restanti 18,063 garantiti sul prossimo bilancio 2011-2013) da attraverso le risorse previste per gli investimenti nel settore stradale. Alla realizzazione della variante è legato un protocollo, al fine di garantire la contro le infiltrazioni mafiose nel cantiere.

Il Corriere della Sera – Bergamo e Provincia

http://forum.valbrembanaweb.com/viabilita-valle-brembana-f89/variante-abitato-zogno-t808-981.html