Superano il milione di euro le risorse stanziate a bilancio dalla di a sostegno del settore agrosilvopastorale per il 2011. La dotazione, pari a 1,116 milioni di euro (finanziamento L. R. 31/2008), è ripartita su tre progetti e, sostanzialmente, ricalca il medesimo importo erogato nel 2010 trovando così accoglienza tutte le richieste di finanziamento avanzate dagli operatori del settore. «La risorsa è ancora consistente e ci si attiverà tempestivamente perché si renda disponibile per i beneficiari – osserva l’assessore della Comunità montana, Orfeo Damiani -. L’auspicio, ora, è che gli operatori siano altrettanto solleciti nella presentazione delle loro istanze».

Con il suo invito, Damiani sottolinea inoltre come l’occasione di questi finanziamenti vada colta al volo: «Con richieste ben finalizzate in quanto in prospettiva, non sappiamo se ci saranno altre opportunità di questo genere».

Sostegno alla zootecnia
Nel dettaglio, le risorse prevedono 390 mila euro a finanziamento del progetto 1 finalizzato al sostegno e alla valorizzazione agricola-zootecnica: il tutto a sostegno di interventi di carattere strutturale, per acquisti di dotazioni meccaniche e di manutenzione diffusa del territorio. In particolare, 40 mila euro sono riservati al sostegno delle fiere zootecniche e alla partecipazione a manifestazioni di settore per la valorizzazione delle eccellenze casearie nonché ad azioni di miglioramento degli .

Aiuto per la forestazione
È invece di 465 mila euro lo stanziamento a favore del settore forestazione e ambiente: 35 mila per la manutenzione forestale e le opere di miglioramento del verde pubblico; 30 mila per progettazioni d’intervento sul territorio; 400 mila per il potenziamento della filiera bosco/legno con iniziative di sostegno agli operatori di settore, alle gestione dei comparti boscati di proprietà pubblica, alla realizzazione di infrastrutture alla manutenzione funzionale del territorio ed altro ancora ovviamente afferente alla filiera del legno.

Incentivo al lavoro
Infine, nel novero complessivo dei finanziamenti previsti, 250 mila euro sono destinati agli emolumenti degli operai impegnati in lavori sul territorio previsti direttamente dall’ente o su richiesta dei Comuni mediante convenzione (200 mila euro), per integrazione di dispositivi di protezione ed operativi degli operai (4 mila euro), per manutenzione attrezzature (7 mila euro), per manutenzione pista (10 mila euro).

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo