Valle Brembana – Per ora è una collaborazione baby, in futuro, chissà. Passa per l’unione di forze con il il futuro calcistico di Villa d’Almè dove fra poche ore nascerà una nuova associazione sportiva dilettantistica operante sul territorio: si chiamerà Villa d’Almè-Valle e svolgerà attività di puro settore giovanile, ovvero dalla categoria allievi sino alla scuola calcio. Quella che federalmente resta un’entità distinta rispetto all’A.s.d. Valle (sede a , la prima squadra è neopromossa in Eccellenza) di fatto diventa una sorta di succursale azzurrogranata.

Un esempio fra i tanti: Roberto Mazzoleni sarà nel consiglio direttivo di entrambi i club (a Villa d’Almè sullo scranno presidenziale insieme a Piergiorgio Castelli): «Siamo felici di essere riusciti a attuare altrove quella collaborazione che non siamo riusciti a operare sul nostro territorio – ha detto Mazzoleni –. Non è un mistero che nei mesi scorsi abbiamo provato invano a unire le forze con lo , che però non ha voluto aderire al nostro progetto. Dove giocheremo? Per ora terremo la prima squadra a Zogno, più avanti valuteremo». Per la prima volta dal 1947, nella stagione 2012-13, Villa d’Almè non avrà una squadra senior iscritta alla Figc, ma considerati gli ultimi eventi (la cessazione delle attività dell’Us Villa d’Almè è stata ufficializzata pochi giorni fa) pare il male minore: «Il nostro obiettivo primario era di garantire ai ragazzi residenti in paese di poter giocare a calcio, e questo accordo è un passo importante – ha detto Piergiorgio Castelli (folgorato sulla via del football dalla passione del figlio) –. Venerdì sera ci sarà un’assemblea in Comune, con il sindaco illustreremo alle famiglie il nuovo progetto. Le iscrizioni saranno possibili dal 2 luglio».

L’accordo fra l’amministrazione comunale e il neonato Villa d’Almè-Valle Brembana riguarda anche la gestione del tanto chiacchierato , le cui spese relative alle utenze (luce, telefono, acqua, gas e manutenzione) erano state all’origine dell’abbandono della precedente gestione: «Con quella nuova abbiamo stipulato una convenzione annuale alle stesse condizioni delle annate precedenti – ha commentato Giuseppina Pigolotti, primo cittadino di Villa d’Almè –. Nel centro mancano attrezzature in grado di garantire l’attività di base? Faremo un inventario il 30 giugno: proprietà e gestione dei beni mobili e immobili nell’impianto sono regolati da un contratto depositato agli atti».

Luca Persico – L’Eco di