Oltre il Colle – E’ una vera e propria opera d’arte realizzata con elementi naturali, che proietta il visitatore in un’altra dimensione, come se fosse in un film di fantascienza. E invece ci si trova in località Grumello, in provincia di Bergamo, sul percorso che conduce ai piedi del monte Arera. Qui, a poco meno di 1400 metri di altitudine, si erge maestosa una cattedrale: non un edificio tradizionale, ma una costruzione realizzata completamente con materiale vegetale, ossia piante, tronchi e arbusti, che raggiunge 29 metri di lunghezza, 5 metri di altezza, una trentina in larghezza e si presenta con 5 navate e 42 colonne di 1,50 metri di diametro, composte da 8 fusti ciascuna.

Durante la sua costruzione sono stati utilizzati 1800 pali di abete e 600 rami di castagno oltre ai circa 6000 metri di rami di nocciolo e 42 giovani piante di faggio. Ecco come l’arte incontra la natura, grazie all’impegno del e alle ispirazioni di Giuliano Mauri, riconosciuto artista internazionale scomparso nel 2009, e del figlio che ne ha portato avanti il progetto. La cattedrale verde, che ricalca il tipico disegno delle cattedrali gotiche, è una struttura in continua evoluzione perché le piante crescono giorno dopo giorno e quindi mutano in continuazione l’aspetto.

Una gita in loco con i propri bambini permette di ammirarne la bellezza e di trasmettere i valori dell’impegno e dell’amore per la natura. L’unica accortezza per raggiungere il posto è fare attenzione a non perdersi: per chi proviene da bisogna dirigersi verso Alta e quindi svoltare a sinistra in direzione della località Plassa. Arrivando invece da Gorno bisogna superare il passo di , scendere verso Alta e dopo una marcata curva a gomito superare una vecchia centralina elettrica di colore marrone; dopo una decina di metri circa si prende la sulla destra e si prosegue per cinque chilometri in direzione dell’Arera.

Dopo aver ammirato l’area della cattedrale si possono intraprendere altre interessanti nel Parco montano forestale che comprende il versante della catena orobica. I boschi sono estesi e variegati e comprendono distese di faggi, abeti rossi e bianchi, larici che si alternano a praterie e pascoli d’alta quota: è facile poter ammirare aquile reali, pernici bianche e stambecchi e anche con la stagione più fredda ci sono tante iniziative ed attività in programma.

La Stampa

Alberghi, Hotel, ristoranti e Appartamenti a Oltre il Colle
Fotografie, immagini di Oltre il Colle e Zambla
Escursioni sui Sentieri di Oltre il Colle, Zorzone e Zambla
Sci-Alpinismo Monte Menna, Arera, Grem e Alben