nuoveimpreseLa , per favorire le attività delle micro imprese artigianali, commerciali e turistiche, con particolare attenzione alla riduzione dell’, al risparmio e all’efficienza energetica, ha istituito un fondo di 400.000 euro per il sostegno agli investimenti alimentato da un contributo regionale ai sensi del Progetto 10/9 ex PISL MONTAGNA. Possono accedere ai benefici previsti dal presente bando le micro imprese artigianali, commerciali, turistiche (ex art. 2, comma 3 del D.M. Attività Produttive del 18 aprile 2005), anche in forma cooperativa, che alla data di presentazione della domanda risultino in attività, risultino iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di con attività prevalente come da elenco codici ATECO – allegato sub 1, abbiano sede legale in Lombardia e unità operativa nel territorio di uno dei comuni della , non abbiano ottenuto, nell’esercizio finanziario corrente e nei due esercizi finanziari.

precedenti, pubblici percepiti in regime de minimis per un importo complessivo superiore a €200.000 (regolamento CE 1998/2006. Questi massimali si applicano a prescindere dalla forma dell’aiuto de minimis o dall’obiettivo perseguito e a prescindere dal fatto che l’aiuto concesso dallo Stato membro sia finanziato interamente o parzialmente con risorse di origine comunitaria), non siano in difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà e, in particolare, non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente, abbiano assolto gli obblighi contributivi previsti dalle norme contrattuali e dalle norme sulla salute e sul lavoro e successive modificazioni e integrazioni, non rientrino fra coloro che hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o non depositato in un conto bloccato, aiuti che lo Stato è tenuto a recuperare in esecuzione di una decisione di recupero adottata dalla Commissione Europea.

La dotazione finanziaria complessiva del bando è pari a 400.000,00 euro di cui:

•€150.000 per il settore commercio (codice G – codice N)
•€100.000 per il settore artigianale (iscritti all’Albo Artigiani con i codici C, F, H e S)
•€150.000 per il settore turismo (codice I – codice R)
Una quota del 33% degli importi di cui sopra sarà riservata alle imprese ubicate nei comuni superiori ai 1.000 abitanti (classe di comuni B e C). La Comunità Montana si riserva la facoltà di effettuare compensazioni tra le tre graduatorie destinate ai settori commercio, turismo e artigianato in caso di parziale utilizzo delle risorse messe a disposizione per ciascun settore.

La domanda, sottoscritta dal titolare o legale rappresentante dell’azienda, deve essere presentata, su apposito modulo, disponibile presso l’ufficio segreteria della Comunità o scaricabile dal sito istituzionale dell’Ente. Alla domanda, compilata su apposita modulistica, vanno allegati la fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente, i preventivi ovvero eventuali copie fatture, con riportata la classe energetica ovvero una dichiarazione rilasciata dal fornitore da cui emerga che l’investimento comporta un risparmio energetico. La domanda va recapitata esclusivamente a mezzo di consegna manuale all’ufficio protocollo della Comunità Montana a in via Don A. Tondini, 16, fino al 20.09.2013. La graduatoria dei beneficiari sarà approvata con delibera di Giunta Esecutiva, entro il 31.12.2013.