Brembilla – Un macigno di medie dimensioni (circa un metro e mezzo) si è staccato dal versante della ed è piombato in mezzo alla carreggiata in via Ravagna, a . Il distacco si è verificato la notte di Natale e solo un caso ha fatto sì che in quel momento non passasse nessuno, altrimenti le conseguenze avrebbero potuto essere ben più gravi. I residenti della zona hanno avvisato i vigili del fuoco e sul posto è intervenuta una squadra inviata dal vicino distaccamento di , che era pronta a festeggiare il Natale come ogni anno con una Messa celebrata nel vasto locale dove vengono parcheggiati i mezzi in dotazione. Sul posto sono arrivati anche gli uomini della Protezione civile di e i carabinieri di Zogno, che hanno avvisato l’amministrazione comunale.

Via Ravagna è sulla che porta alla frazione Sant’Antonio Abbandonato, una via già nota perché soggetta a questo tipo di frane. Fortunatamente il masso che si è staccato dal versante roccioso a monte ha concluso la sua corsa sulla carreggiata, perché se fosse rotolato a valle avrebbe potuto investire le abitazioni sottostanti.

La zona, che si incontra a nemmeno un chilometro di distanza dal bivio che parte all’altezza del distributore di benzina sulla provinciale, è infatti abitata, e se fosse «rimbalzato» sulla strada, rotolando oltre il ciglio, il masso sarebbe potuto andare a finire contro alcune . Fortunatamente, però, il macigno s’è fermato in mezzo a via Ravagna. Il Comune ha incaricato la ditta «Stefano Salvi» della rimozione e sono stati poi posati cartelli per segnalare la pericolosità della zona, invitando gli automobilisti a transitare facendo attenzione: sembra infatti che nell’area di distacco del masso ci sia altro materiale che potrebbe cadere a valle.

Silvia Salvi – L’Eco di

Alberghi, ristoranti e Appartamenti BrembillaFotografie Brembilla
EscursioniManifestazioniCartoline antiche