atomoNon chiamateli «secchioni», tanto meno piccoli Einstein, diciamo che con la fisica e la matematica ci sanno fare.

Sono alcuni studenti dell’istituto scolastico superiore Turoldo di che, in occasione di «BergamoScienza», hanno realizzato nel laboratorio di fisica della scuola di la dimostrazione di come si comporta il passaggio del flusso di elettroni, il tutto visibile a occhio nudo. Esperimenti che hanno lasciato sorpresi i quasi 600 studenti che hanno visitato il laboratorio, provenienti da diverse province della Lombardia.

Gli studenti hanno avuto la possibilità di osservare dal vivo come si comportano elettroni, scosse elettriche e vari generi di raggi elettrici – spiegano Bruno Reffo e Giorgio Botti, coordinatori del progetto e insegnanti di fisica e matematica –. Gli studenti rimangono a bocca aperta nel vedere l’arco elettrico e le varie dimostrazioni, come il tubo catodico». A spiegare l’esperimento alle classi ospiti sono stati una ventina di studenti scelti da ogni indirizzo scolastico.

L’Eco di