– Feste che si protraggono per troppi giorni, troppo rumorose e con auto e pubblico, a fine concerto, che, evidentemente, sono lenti a sfollare. Così , soprattutto dopo le proteste dei residenti del centro, ha deciso di porre un freno, con disposizioni speciali stabilite dalla commissione Sport e Tempo libero. Già dall’estate scorsa, ma ora arrivano le prime critiche. Mentre per il prossimo autunno il sindaco Ersilio Gotti annuncia un incontro con le associazioni per migliorare le regole.

Le lamentele
Il problema: il comunale dove si svolgono solitamente le feste si trova proprio in centro al paese, circondato dalle abitazioni. Così, per qualche tempo gli abitanti hanno «servito» al Comune un bel po’ di lamentele, per i decibel, alti e prolungati, ma anche per i fumi delle costine che invadevano le . Da qui nasce quello che non è un regolamento comunale (quindi non approvato in Consiglio) ma un documento con disposizioni della commissione Sport sull’uso del campo sportivo.

Innanzitutto gli orari: le feste devono concludersi, in genere, entro le 24, non oltre le 24,30 il venerdì e il sabato, con un massimo di 30 minuti per il deflusso del pubblico (e delle auto, perlopiù parcheggiate lungo le strade comunali). E poi concerti vietati da lunedì a mercoledì e servizio d’ordine «per prevenire atti vandalici» durante gli eventi afro. I tornei calcistici non possono durare oltre i 31 giorni e le feste al massimo 12. Così, stasera, la Festa dello sport dell’«Ubiale calcio» inizierà con un concerto «in acustico» (senza strumenti elettronici), della Vascombriccola, band decisamente più nota per il suo rock ad alto volume. Mentre da lunedì a mercoledì prossimi non ci saranno concerti. «Ovvio che per noi sarebbero state meglio altre regole – dice Emil Alborghetti dell'”Ubiale calcio” – ma ci atteniamo comunque alla regole stabilite».

«Siamo penalizzati»
Più critico Giacomo Gamba, presidente dell’«Ubialese», l’altra società calcistica del paese, la cui festa si è svolta a giugno: «Queste norme ci hanno penalizzato, anche economicamente – dice –. Per esempio non ci è stato concesso di fare musica e partite di calcio contemporaneamente». «Le disposizioni – replica il sindaco – nascono a seguito delle proteste dei residenti. Dopo l’estate, comunque, ci incontreremo con le associazioni, per vedere di perfezionare le regole».

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Ubiale Clanezzo
Fotografie, immagini di Ubiale Clanezzo
Escursioni sui sentieri di Ubiale Clanezzo