Ubiale Clanezzo – Sicurezza ambientale e del territorio, cave, ma anche viabilità e sgravi fiscali. Sono i temi su cui puntano i candidati a sindaco di . La gara, come cinque anni fa, sarà ancora a tre: il sindaco Ersilio Gotti, 61 anni, pensionato, dovrà vedersela con l’ex primo cittadino (1999-2009) Renato Pesenti, 60 anni, pensionato, e col leghista Lazzaro Pellegrinelli, 39 anni, tecnico manutentore.

Punta sulla continuità del programma il sindaco Gotti (lista «Nuovi orizzonti») e suoi finanziamenti ricevuti recentemente: «Tutto di quanto abbiamo inserito a programma è importante – dice –. Innanzitutto proseguiremo con le opere in corso: grazie ai fondi ricevuti dal programma “6.000 campanili” ripristineremo i percorsi storici di Grumello e Ca’ Bonorè, e asfalteremo diverse vie. Quindi a breve sarà consolidato anche il muro di via Moro». Nel programma, tra i vari interventi elencati, anche il completamento dell’area ricreativa alle Piane di , una passerella pedonale sul ponte dell’Imagna e un marciapiedi a sbalzo in via Manzoni. Particolare attenzione, continua il sindaco, sarà data alla scuola «con spazi compiti, sale studio per universitari e premi al merito».

Parla di tasse, discariche e servizi l’ex sindaco Pesenti (lista «Renato sindaco – Clanezzo»): «Mettendo da parte per un po’ di tempo alcune opere pubbliche meno urgenti – spiega – si potrà abbassare il carico fiscale per il cittadino. Quindi vogliamo che il Comune torni a essere centro di servizi. Oggi si demanda troppo ad altri». Al centro anche le discariche. «Non possiamo stare indifferenti come fatto finora a quanto succede accanto a noi, a Sedrina e Strozza», dice. E sul cosiddetto «ecomostro» di ha una proposta: una volta sistemato, anche esteticamente, potrebbe diventare sede di qualche associazione.

Non possiamo aspettare oltre ». Infine l’attenzione particolare alla sicurezza idrogeologica, ai giovani e al sociale, con la partecipazione a un progetto europeo di interscambio culturale. Sicurezza ambientale e del territorio al centro del programma della Lega di Pellegrinelli. «Dobbiamo prestare attenzione a quanto succede a Sedrina e Strozza ma anche alle nostre cave – dice – . Polveri e spari aumentano e bisogna mettere un freno e un controllo ». «Nei nostri progetti una maggiore vigilanza del territorio, dopo l’aumento dei furti – prosegue – con più pattugliamenti nelle zone più lontane e la videosorveglianza. Vogliamo anche incrementare le convenzione coi Comuni vicini e abbatterei costi dei trasporti scolastici». Se i servizi sociali sono indicati come «prioritari », sulla viabilità la Lega propone sia l’istituzione del semaforo lampeggiante sul ponte di Clanezzo dalle 22 alle 7 e la parziale chiusura festiva della strada da Ubiale a Clanezzo per i non residenti.

L’Eco di Bergamo

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Ubiale Clanezzo
Fotografie, immagini di Ubiale Clanezzo
Escursioni sui sentieri di Ubiale Clanezzo