San Giovanni Bianco – Andranno di nuovo all’asta le ex scuole elementari della frazione San Gallo, attualmente sede del centro civico «Ca’ to». Il commissario prefettizio di Adriano Coretti, alla guida del comune dalla scorsa primavera, ha approvato il nuovo piano delle vendite dei beni comunali, piano necessario per cercare di risanare i debiti accumulati negli ultimi anni dalle precedenti amministrazioni. La vendita dei beni, in particolare, dovrà coprire il disavanzo di amministrazione del 2008 e 2009.

La Casa di
Rispetto al piano delle alienazioni e delle valorizzazioni approvato dall’amministrazione leghista poi dimessasi in primavera, è stata tolta la Casa di Arlecchino (che l’ex Giunta avrebbe messo in vendita per il 49%).
Resta, invece, inserita, la vendita del museo dedicato a Carlo Ceresa (con base di 833 mila euro) che dovrà però mantenere l’attuale destinazione. Quindi, niente residenze. Tra le vendite spunta di nuovo l’ex scuola elementare di San Gallo attualmente centro di aggregazione per le associazioni e gli abitanti della frazione. La prima asta, svoltasi la scorsa primavera, era andata deserta. L’ex scuola era andata in vendita con una base di 260 mila euro. Nel frattempo un comitato della frazione si era mobilitato anche con una raccolta firme chiedendo al commissario di non vendere l’ex scuola, punto di ritrovo importante per la piccola comunità. Tornerà invece di nuovo all’asta con una base di 235 mila euro. «Considerando le difficoltà di cassa del Comune – dice il commissario prefettizio Adriano Coretti – non inserirla sarebbe stato poco ragionevole».

Nuova asta per l’ex caserma
«Abbiamo invece tolto la Casa di Arlecchino – continua Coretti – visto che la Provincia ha formalmente detto che non è interessata a quell’edificio». Tornerà all’asta anche l’ex caserma dei carabinieri di via Lungobrembo, con base di 330 mila euro. «È forse l’edificio più appetibile – continua Coretti – anche perché vi si potranno ricavare residenze». Complessivamente le proprietà comunali (tra cui terreni e altri fabbricati) che saranno messe all’asta col nuovo piano delle alienazioni («a breve faremo i bandi», dice Coretti) sono 15, per un milione e 665 mila euro di valore complessivo.

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di Bergamo

Alberghi, Ristoranti, trattorie San Giovanni BiancoFotografie San Giovanni Bianco
EscursioniManifestazioniCartoline antiche